Vitamina C e minerali contro l’invecchiamento

Per chi Vuole seguirmi, può iscriversi al gruppo ALIMENTAZIONE E SALUTE

Video sui 4 minerali anti – invecchiamento

L’essere umano ogni giorno è sottoposto a vari stimoli infiammatori che generano stress ossidativo, logorando le cellule; Ciò favorisce l’invecchiamento di pelle, organi e vasi sanguigni.

I vari stimoli infiammatori ambientali, derivano da:

  1. esposizione prolungata alla luce solare
  2. Rumore
  3. scarso riposo notturno
  4. assunzione di cibi spazzatura
  5. infezioni virali e/o batteriche
  6. Tossine biologiche
  7. radiazioni
  8. assorbimento di inquinanti ambientali
  9. Fumo, alcool, droghe, caffeina
  10. eccesso di zucchero
  11. assunzione di cibi contenenti glicotossine
  12. farmaci

Questi stimoli infiammatori, generano radicali liberi che logorano le nostre cellule;

Inoltre anche il semplice atto respiratorio e l’attività fisica, genera radicali liberi e quindi stress ossidativo.

L’organismo si protegge dall’attacco dei radicali liberi, producendo una sorta di enzimi antinfiammatori endogeni che proteggono le cellule dall’attacco dei radicali liberi;

più enzimi antiossidanti endogeni avete, più sarete protetti dai radicali liberi e più ritarderete l’invecchiamento cellulare mantenendo una età biologica “giovanile”.

Alcuni di questi enzimi antiossidanti enzimatici che produce l’organismo sono la Superossido dismutasi detta anche SOD e la glutatione perossidasi o GPX

Avere una SOD e una GPX ben funzionante, significa attenuare i sintomi allergici, le infiammazioni, i dolori; Inoltre viene migliorata anche la capacità detossificante dell’organismo e viene accellerata l’espulsione delle sostanze tossiche.

Ripeto! Avere SOD e GPX efficienti, significa rallentare l’invecchiamento delle cellule e degli organi e prevenire molte malattie, tra cui cancro, allergie e malattie autoimmuni.

Quali sono i minerali e le vitamine per ridurre lo stress ossidativo?

Sono numerosi, ed in questa sede, ne elenco tre tipi:

  1. Lo Zinco: Per far funzionare al max la SOD extracellulare, occorre fornire alla dieta lo ZINCO, un minerale traccia, sempre più raro nell’alimentazione corrente; Lo zinco ha altre numerose funzioni, tra i quali, quello di inibire alcuni enzimi dell’infiammazione, come l’aromatasi, e la 5-alfa-reduttasi, riducendo il rischio di cancro al seno ed alla prostata.
  2. Il Selenio: Per neutralizzare tossine e radicali liberi, le cellule oltre che della SOD, si servono del glutatione; Il Glutatione può essere rigenerato ed utilizzato dall’organismo se l’enzima GPX è ben funzionante; Per far funzionare il GPX occorre il Selenio; Una carenza di selenio, riduce la capacità delle cellule di proteggersi dai radicali liberi e metalli pesanti mediante il glutatione.
  3. La Vitamina C: Sempre più rara nell’alimentazione quotidiana; La vitamina C protegge le cellule dai radicali liberi e favorisce la formazione del collagene, utile per rinforzare e ringiovanire la pelle, i tendini, i muscoli, le cartilagini e le ossa; La vitamina C favorisce la protezione da parte dei radicali liberi anche indirettamente, perché contribuisce assieme ad altre vitamine a tenere bassa l’omocisteina ed a favorire la sintesi del glutatione e del SAMe (agente metilante). Infatti la vitamina C è indispensabile per l’attivazione della vitamina B9 detta anche acido folico.

 

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

2 Risposte a “Vitamina C e minerali contro l’invecchiamento”

  1. Io tutto cio’ lo trovo nei fermenti lattici dei kefir . Fatti in casa
    ne prendo un tazza alla mattina .. forse mancherà solo la vitamina C il resto contiene tutto quello che c’è elencato su questa pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.