Vitamina A: senza essa molte cose non funzionano

Vitamina A: senza essa molte cose non funzionano

Per chi vuole seguirmi, può registrarsi al gruppo ALIMENTAZIONE E SALUTE

Una adeguata assunzione di vitamina A con gli alimenti permette di: 1. migliorare la salute della pelle e degli epiteli 2. Migliora l'idratazione degli occhi e delle mucose 3. Previene la cecità da carenza di vitamina A. 4. Mantiene la pelle morbida prevenendo la pelle rugosa 5. migliora la visione notturna 6. regola e permette il corretto funzionamento della vitamina D 7. Permette il corretto funzionamento degli ormoni tiroidei 8. Permette il corretto funzionamento degli ormoni sessuali maschili e femminili 9. favorisce la formazione dei globuli rossi 10. Rinforza il sistema immunitario e induce la loro differenziazione a specializzarsi 11. Contribuisce alla salute delle ossa e delle cartilagini 12. Funge da sostanza antinfettiva 13. Contribuisce a prevenire la genesi del cancro, tra l'altro alcune forme di tumore hanno giovamento dall'integrazione di alcuni isomeri della vitamina A 14. migliora la salute dei capelli e delle unghia Alla Vitamina A appartengono numerosi isomeri, i quali per svolgere attività regolatoria dei geni devono essere trasformati in acido Retinoico. Le varie forme di vitamina A assunti con gli alimenti per esercitare il loro ruolo fisiologico devono essere trasformati dal fegato in acido retinoico; La vitamina A alimentare e di riserva vengono trasformati dall'alcool deidrogenasi e successivamente da acetaldeide deidrogenasi in acido retinoico che è il metabolita attivo della vitamina A che incide sulla trascrizione dei vari geni nella cellula. Di acido retinoico si conoscono 2 isomeri: L'acido all-trans-retinoico e l'acido 9 – cis retinoico. In un regime di dieta normale circola nel sangue molto all-trans retinoico e poco 9-cis retinoico; Se l'assunzione di vitamina A tende ad aumentare, incrementa anche la presenza del secondo isomero. All trans retinoico è l'attivatore del recettore nucleare RAR, mentre l'isomero 9 – cis retinoico è attivatore deir ecettori RAR e RXR.

La vitamina A è una SOSTANZA liposolubile che svolge due ruoli essenziali per l’uomo:

  1. Modula la trascrizione di numerosi geni coinvolti nella differenziazione cellulare
  2. Favorisce la Visione Notturna perché forma la rodopsina

Una adeguata assunzione di vitamina A con gli alimenti permette di:

  1. migliorare la salute della pelle e degli epiteli
  2. Migliora l’idratazione degli occhi e delle mucose
  3. Previene la cecità da carenza di vitamina A.
  4. Mantiene la pelle morbida prevenendo la pelle rugosa
  5. migliora la visione notturna
  6. regola e permette il corretto funzionamento della vitamina D
  7. Permette il corretto funzionamento degli ormoni tiroidei
  8. Permette il corretto funzionamento degli ormoni sessuali maschili e femminili
  9. favorisce la formazione dei globuli rossi
  10. Rinforza il sistema immunitario e induce la loro differenziazione a specializzarsi
  11. Contribuisce alla salute delle ossa e delle cartilagini
  12. Funge da sostanza antinfettiva
  13. Contribuisce a prevenire la genesi del cancro, tra l’altro alcune forme di tumore hanno giovamento dall’integrazione di alcuni isomeri della vitamina A
  14. migliora la salute dei capelli e delle unghia

Alla Vitamina A appartengono numerosi isomeri, i quali per svolgere attività regolatoria dei geni devono essere trasformati in acido Retinoico.

Le varie forme di vitamina A assunti con gli alimenti per esercitare il loro ruolo fisiologico devono essere trasformati dal fegato in acido retinoico; La vitamina A alimentare e di riserva vengono trasformati dall’alcool deidrogenasi e successivamente da acetaldeide deidrogenasi in acido retinoico che è il metabolita attivo della vitamina A che incide sulla trascrizione dei vari geni nella cellula.

Di acido retinoico si conoscono 2 isomeri: L’acido all-trans-retinoico e l’acido 9 – cis retinoico.

In un regime di dieta normale circola nel sangue molto all-trans retinoico e poco 9-cis retinoico; Se l’assunzione di vitamina A tende ad aumentare, incrementa anche la presenza del secondo isomero.

All trans retinoico è l’attivatore del recettore nucleare RAR, mentre l’isomero 9 – cis retinoico è attivatore deir ecettori RAR e RXR.

RAR e RXR sono fondamentali per la trascrizione di numerosi geni che regolano la trascrizione dei geni e la trasduzione di segnale di numerosi ormoni.

Molti ormoni “senza vitamina A” non potrebbero funzionare;

Per esempio i recettori degli ormoni tiroidei TR per funzionare devono dimerizzare con il recettore RXR della 9-cis retinoico. Quindi se manca la Vitamina A nella dieta, gli ormoni tiroidei non riescono ad attivare i recettori TR del T3, e si possono verificare sintomi simili all’ipotiroidismo con comparsa di pelle fredda, spossatezza, caduta dei capelli, tendenza al sovrappeso, unghia fragili, occhi e labbra disigratate, etc.

Anche il recettore della Vitamina D non potrebbe funzionare in assenza di vitamina A o meglio di acido retinoico, in quanto il recettore della vitamina D “la VDR” per funzionare deve unirsi al recettore dell’acido retinoico RXR. Senza Vitamina A, la vitamina D non riesce a svolgere il suo ruolo fisiologico.

Ma la vitamina A è fortemente influenzata dagli inquinanti ambientali. Molti pesticidi, fumo di tabacco, inquinanti, alcol etilico, stimolano l’induzione genica di alcune forme di alcool deidrogenasi tipo la AKR1C3 che trasforma la vitamina A in estere di retinile riducendo drammaticamente la concentrazione di acido retinoico. Nelle cellule Tumorali alcune isoforme di acool deidrogenai tipo AKR1C3, sono over espresse e gli inibitori enzimatici di questo enzima hanno mostrato delle interessanti attività antitumorali.

Inoltre anche gli eccessi di vitamina A sono dannose alla cellula perché accelerano la trascrizione dei geni. Tuttavia una cellula ben funzionante in presenza di alti livelli di acido retinoico produce cyp26 che distrugge gli eccessi di acido retinoico in acido oxy-4-idrossi-retinoico e acido 4-0xy-retinoico.

Alimenti ricchi di vitamina A sono il fegato, il pesce grasso, i tuorli d’uovo, il grasso della carne, il burro, etc; I vegetali invece contengono i precursori della vitamina A che sono i carotenoidi, tipo il beta carotene. La vitamina A si assimila se veicolati con oli e grassi; la digestione si completa in presenza di bile; chi ha problemi di colecisti (calcoli biliari ) in cui è compromessa la secrezione biliare, fatica ad assimilare la vitamina A dagli alimenti.

Come integratori di vitamina A, il migliore è l’acido all-Trans retinoico che si lega al suo recettore RAR; Inoltre all trans retinoico non può essere trasformato in retinile, ma il suo eccesso può essere distrutto dalla Cyp26.

Bisogna sottolineare che gli eccessi di vitamina A e l’integrazione con gli integratori vitaminaici sono controindicate nelle donne in gravidanza in quanto la vitamina A può avere degli effetti teratogeni sul feto.

Precedente Infiammazione, acido Abscissico e Insulina alta a digiuno Successivo Mantenetevi Alcalini abbinando tanta frutta e Verdura ai cibi Proteici

Lascia un commento