Yogurt e salute: Prestate attenzione al tipo di acido lattico

Lo Yogurt è un alimento ottenuto per fermentazione acida del latte da parte dei batteri lattici ad una temperatura di circa 40 – 45°C per 3 ore. yogurt

I batteri lattici sono cocchi dalla forma sferica e bacilli dalla forma allungata, immobili e anaerobi “ossigeno-tolleranti” che trasformano lo zucchero del latte “il lattosio”, in acido lattico.

Gran parte del lattosio contenuto nel latte, durante le 3 ore di fermentazione, viene trasformato in acido lattico, rendendo conservabile ed acidulo il prodotto.

L’acido lattico contenuto nello Yogurt è l’acido organico predominante e se ingerito, può essere metabolizzato oppure eliminato come sostanza indesiderata.

Ora dovete prestare attenzione!

Esistono due tipi di acido lattico, detti isomeri dell’acido lattico e sono:

  • l’acido D(-)lattico
  • l’Acido L(+) lattico

i batteri lattici possono produrre a seconda della specie e ceppo batterico uno o l’altro acido lattico, oppure entrambi.

Il problema sta che l’organismo umano riesce a metabolizzare e trasformare in glucosio, solo uno dei due acidi lattici, e precisamente l’acido L(+) lattico, mentre l’acido D (-) lattico viene eliminato attraverso i processi di detossificazione.

Quindi è importante sapere quali acidi organici contiene il Vostro Yogurt che acquistate;

dunque, la maggior parte degli yogurt industriali contiene prevalentemente l’acido L+ lattico e moderate quantità di D (-) lattico.

Alcuni yogurt dellti probiotici, contengono quasi esclusivamente l’acido L (+) lattico, meglio tollerato dal nostro organismo.

Per sapere che tipo di acido lattico contiene il vostro Yogurt, basta leggere le etichette e controllare il tipo di batteri lattici inseriti.

Dovete tenere a mente che:

  • Streptococcus Thermophylus produce solo acido L(+) lattico
  • Lacrobacillus Bulfaricus produce acido D (-) lattico ed L(+) lattico
  • Lactobacillus Acidophylus presente in alcuni yogurt probiotici, produce acido L(+) lattico
  • Lactobacillus Delbrueckii presente in alcuni yogurt probiotici, produce acido L(+) e D (-) lattico lattico
  • Bifidum bacterium Bifidi produce solo acido L (-) lattico

Conclusione

Nella maggioranza degli yogurt, sono sempre accoppiati lo streptococcus thermophylus ed il lactobacillus Bulgaricus e di conseguenza è possibile trovare una miscela di entrambi gli acidi lattici, quello buono L + lattico e quello cattivo D – lattico

La presenza di Lactobacillus Bulgaricus è quasi d’obbligo nella produzione degli yogurt industriali, per consentire una rapida e completa fermentazione del lattosio.

Quindi cari lettori, ! Se volete un prodotto con basso contenuto di acido D (-) lattico, dovete orientarvi sull’acquisto di yogurt probiotici, in cui vengono inseriti anche Lactobacillus Acidophylus, Lactobacillus Delbrueckii, Bifidum bacterium Bifidi.

Nota Legale 

Le Informazioni contenute in questo Blog non intendono sostituirsi al parere professionale del medico. L’utilizzo di qualsiasi informazione qui riportata è a descrizione del lettore. L’autore e l’amministratore del Blog si sottraggono a qualsiasi responsabilità diretta o indiretta derivante dall’uso o dall’applicazione da qualsivoglia indicazione riportata nel Blog Alimentazione e Nutraceutica. Per ogni problema specifico si raccomanda di consultare uno specialista

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.