Zuccheri e Infiammazione

Sei Interessato ai prodotti che aiutano ad abbassare l’infiammazione, e migliorare il benessere e la forma fisica? Se si, chiedi info su CONTATTI

L’abuso di cibi cotti e una dieta troppo ricca di zuccheri raffinati, favorisce l’accumulo nel sangue di glicotossine (proteine glicate) che reagendo con i recettori RAGE del le cellule Immunitarie (cellule Dentritiche e Macrofagi), genera produzione di citochine infiammatorie, alimentando l’infiammazione generale del corpo umano.

Gli zuccheri raffinati comunemente aggiunti ai cibi industriali, sono:

  1. Lo zucchero Bianco di barbabietola, e bruno di Canna da zucchero.
  2. Lo sciroppo di fruttosio ottenuto dal Mais
  3. Il Lattosio estratto dal siero del latte
  4. Lo sciroppo di glucosio, ottenuto dall’idrolisi dell’amido di patata.

Questi zuccheri raffinati, li troviamo in abbondanza in bevande gassate, liquori, gelati, prodotti dolciari, yogurt, etc.

Molti Medici e Biologi Nutrizionisti ci mettono in guardia dal pericolo infiammatorio degli “Zuccheri raffinati”.

Abusare di cibi zuccherati, contribuisce ad alimentare l’infiammazione. L’eccesso di zucchero, entra nel sangue e reagisce con le proteine del corpo umano, formando le proteine glicate.

Le proteine glicate sono sostanze estranee che si formano nel sangue, quando ingeriamo troppi zuccheri. La presenza di proteine glicate, genera infiammazione, perché si lega ai recettori RAGE dei Macrofagi, stimolandoli a produrre citochine infiammatorie.

Le citochine infiammatorie prodotte, si sommano a quelle già in circolo, peggiorando il quadro clinico del consumatore. In pratica se uno soffre di asma, o allergia, una dieta ricca di zuccheri raffinati, può amplificare i sintomi.

Se uno soffre di artrite o psoriasi, una dieta ricca di zuccheri raffinati, pur non essendo la causa della malattia, può contribuire a peGgiorare il quadro clinico dei sintomi.

I Medici Luca e Attilio Speciani, suggeriscono di limitare il più possibile, i cibi edulcorati con zuccheri raffinati, e prediligere invece i cibi naturali e ben bilanciati tra proteine, grassi e carboidrati a basso – medio carico glicemico.

Un Altro Problema: I Composti Bruni degli alimenti Cotti

Un altro gruppo di zuccheri dannosi, sono le sostanze brune che si formano sulla superficie degli alimenti cotti: pane, prodotti da forno, cibi tostati, fritture, latte in polvere, caramello, caffè, formaggi cotti, etc.

Quando cuociamo gli alimenti, gli zuccheri reagiscono con le proteine, formando i composti bruni. Questi composti bruni, sono simili alle proteine glicate e vengono chiamate glicotossine.

Mangiare cibi troppo cotti e bruciacchiati, contribuisce ad alimentare l’infiammazione, perché le glicotossine che si formano sulla superficie dell’alimento vengono assorbite al 40% nel sangue. Una volta entrate nel circolo sanguigno, si comportano come le proteine glicate: incontrano i Macrofagi e interagiscono con i loro recettori RAGE, provocando la produzione di citochine infiammatorie che surriscaldano l’intero organismo, generando malessere, dolori e stanchezza.

Fonti Bibliografiche

  1. Le Intolleranze Alimentari Non Esistono – Di Attilio Speciani, Capitolo-3 – Edizione LSWR.
  2. Guida Pratica alla DietaGift e All’Alimentazione di Segnale, di Luca Speciani, Tecniche Nuove Editore
  3. L’Alimentazione Anti Dolore, di Jaqueline Lagance, Capitolo-4, Sperling e Kupfer editori

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico.

Precedente Succhi di Mirtillo e Capillari Successivo Tre Motivi per Non Bere Alcol

Lascia un commento