Inositolo e resistenza insulinica

Per chi Vuole seguirmi, può iscriversi al gruppo ALIMENTAZIONE E SALUTE

Di seguito copio ed incollo un Mio pensiero critico sull’uso dell’inositolo per migliorare la glicemia; Ci tengo a precisare che è solo un mio concetto personale e “potrei sbaglarmi”, quindi chi legge questo post deve prendere l’informazione con cautela.

Secondo me, forzare la resistenza insulinica con l’impiego dell’ INOSITOLO “anche se funziona” è pura follia; Se le cellule nel diabete sviluppano resistenza insulinica ..ce una ragione di base finalizzato a ridurre l’infiammazione e l’eccessiva proliferazione cellulare; CHI HA DIABETE 2 e resistenza insulinica HA UP-REGOLATO LA FOSFATASI ONCOSOPPRESSIVA PTEN che blocca la fosforilazione dell’inositolo 2 FOSFATO (PIP2); SE si AGGIUNGE INOSITOLO come integratore, si baipassa l’inibizione esercitata da PTEN sull’inositolo-3-fosfato-chinasi; QUINDI SECONDO ME, PER MIGLIORARE LA GLICEMIA, CONVIENE USARE I BIOFLAVONOIDI ed altri stratagemmi alternativi all’INOSITOLO…in modo da allentare spontaneamente la morsa inibitoria di PTEN su IP3K
l’Inositolo forza il freno che blocca il segnale dell’insulina a far entrare il glucosio nella cellula; apparentemente sarebbe positivo forzare l’ingresso del glucosio con l’inositolo; Il problema è che FORZANDO questo freno inibitorio CHE SI CHIAMA PTEN…SI RISCHIA DI RIATTIVARE IL SEGNALE PROLIFERATORIO-INFIAMMATORIO-ANGIOGENICO …CON IL RISCHIO DI FAVORIRE IL CANCRO….tanto è vero che Questo Freno di nome PTEN è noto essere un importante ONCOSOPPRESSORE; nei tumori insulino-stimolati, PTEN è costantemente DISATTIVATO (nei diabetici invece è fortemente attivato) …..Non so se mi sono fatto capire
Visto in questa Ottica, la RESISTENZA INSULINICA è un meccanismo di difesa delle cellule dell’organismo all’eccessiva stimolazione dei fattori di crescita (insulina, IGF-1) alla proliferazione – infiammazione – angiogenesi, sopravvivenza – metastasi delle cellule a convertirsi in tumore;
La Resistenza Insulinica fa si che l’effetto Warburg nelle cellule viene MESSO A FRENO …grazie a PTEN che smorza il segnale di crescita….impedendo a c-Myc, HIF-1 di essere fosforilati e migrare nel nucleo
le mie parole…tradotte nel pratico spiegano perché il Quoziente respiratorio dei diabetici è di 0,6 – 0,7 (spesso sono in chetosi) …e i non diabetici, ma INFIAMMATI E IPERNUTRITI hanno un Quoziente respiratorio = 1 (effetto warburg …con acido citrico che esce dal mitocondrio e viene smontato dalla citrato liasi in acetil-CoA destinato alla sintesi del colesterolo, dei trigliceridi e dei processi di acetilazione epigenetici che rafforzano i segnali INFIAMMATORI, opponendosi alle sirtuine)

Tecnologo Alimentare Dottor Liborio Quinto

Nota Legale 

Le Informazioni contenute in questo Blog non intendono sostituirsi al parere professionale del medico. L’utilizzo di qualsiasi informazione qui riportata è a descrizione del lettore. L’autore e l’amministratore del Blog si sottraggono a qualsiasi responsabilità diretta o indiretta derivante dall’uso o dall’applicazione da qualsivoglia indicazione riportata nel Blog Alimentazione e Nutraceutica. Per ogni problema specifico si raccomanda di consultare uno specialista

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.