Senza ferro l’ossigeno non arriva alle cellule

Il ferro è un importante minerale implicato:
1504984_10203577039258989_4558563862497400058_n

  • Nel trasporto dell’ossigeno nel sangue e nei muscoli
  • Nella formazione di alcuni citocromi ed enzimi della catena respiratoria dei mitocondri
  • Nella formazione di alcuni enzimi antiossidanti, come la Catalasi e le perossidasi… La catalasi è quell’enzima che scompone l’acqua ossigenata che si forma nei mitocondri durante la respirazione in acqua e H+;

Quindi Il ferro gioca un ruolo importante nel trasporto dell’ossigeno dai polmoni alle cellule; Una carenza di ferro e/o di globuli rossi determina una riduzione della capacità di trasporto dell’ossigeno dai polmoni ai tessuti, riducendo la capacità respiratoria dell’individuo.

Un soggetto che ha carenza di ferro nel sangue, fa fatica a trasportare l’ossigeno dai polmoni ai tessuti, quindi tende facilmente a stancarsi durante uno sforzo fisico, avverte debolezza, stanchezza, spossatezza, cefalea, vertigini, pallore.

Quindi per avere un ottimo trasporto di ossigeno nel corpo, abbiamo bisogno di un adeguato apporto di Ferro per formare un adeguato n. di globuli rossi. Attenzione!!! Gli eccessi di ferro sono molto pericolosi perchè possono dar luogo a reazioni ossidative gravi; Il rene potrebbe subire danni da eccesso di ferro.

Ricordiamo che il contenuto di Ferro nell’organismo è di circa 50 mg per ogni kg di peso corporeo; Quindi una persona di 70 kg in media disporrà di 50 mg/Kg x 70 Kg = 3500 mg di Ferro, ossia 3,5 grammi di ferro. Il Fabbisogno di ferro nell’adulto è di 10 mg al giorno per il maschio e 18 mg al giorno per la femmina.

La donna richiede un apporto di ferro maggiore rispetto all’uomo, perchè ha importanti perdite di ferro a causa delle mestruazioni.

Uomini e donne, perdono circa 1g di ferro al giorno attraverso il sudore, le urine, le feci, la bile, e con la desquamazione della pelle e della forfora.

Il 60% del ferro totale si trova sotto forma di emoglobina, la proteina rossa presente nei globuli rossi.

Il 10% del ferro totale invece si troverà nei muscoli sotto forma di Mioglobina, una proteina simile all’emoglobina, ed è anch’essa di colore rosso. L’ossigeno assorbito dall’emoglobina dei globuli rossi, verrà ceduta per differenza di potenziale elettrico alla mioglobina dei muscoli, il quale diffonderà l’ossigeno nei tessuti muscolari

Il 25% del ferro invece si trova legata alla proteina Ferritina che si trova in parte circolante nel sangue, ed in gran parte accumulata come riserva di ferro nel fegato e nella milza. Fegato e Milza di Bovini, suini, equini, Ovini, sono un ricchissima fonte alimentare di ferro; Anche Ostriche, molluschi e Mitili sono incredibili fonti di ferro altamente assimilabili.

L’analisi della Ferritina nel sangue indica la riserva di ferro nell’organismo; Se la ferritina è bassa, significa che le scorte di ferro sono al limite, e bisogna impegnarsi ad accumulare il ferro.

Ricostruirsi le riserve di ferro “non è facile”…ma ci vuole tempo e pazienza. Infatti il corpo riesce ad assorbire appena il 10 – 15 % del ferro assunto con la dieta.

Per Poter assimilare facilmente il ferro con la dieta, bisogna:

  1. Assumere carne, pesce, pollame; Il ferro contenuto nelle carni è facile da assorbire in quanto è in forma eme, legato all’emoglobina del sangue e/o alla mioglobina dei muscoli.
  2. Per favorire l’assorbimento del ferro da alimenti di origine vegetale, è necessario assumere anche cibi ricchi di vitamina C o dell’ acido citrico. Queste due sostanze favoriscono l’assorbimento del ferro.
  3. Importante è poi la presenza nella dieta del rame, il cui fabbisogno è di 2 mg al giorno. Il rame permette l’assorbimento e utilizzazione del ferro perchè serve a formare l’enzima Ferrossidasi che converte il Fe++ in Fe+++ che può essere poi complessata dalla Ferritina e quindi accumulata nell’organismo.
  4. Alcaloidi come la teina, la caffeina, la nicotina riducono l’assorbimento del ferro; anche i fitati presenti in abbondanza nei alimenti vegetali impediscono l’assorbimento del ferro che in parte può essere migliorata con la presenza di acido citrico e vitamina c.

Importanti per contrastare l’anemia, non è solo il ferro ed il rame, ma anche alcune vitamine che partecipano alla produzione dei globuli rossi: Vitamina B9 o acido folico e vitamina B12 o cianocobalamina. Infatti la carenza di queste due vitamine provocano l’anemia megaloblastica.

Ricordiamo che l’acido folico abbonda nelle verdure a foglia larga, mentre la B-12 la troviamo nei prodotti di origine animale;

Pertanto chi segue una dieta strettamente vegetariana, rischia un po’ per la carenza di ferro, un po’ per la carenza di vitamina B12, una anemia che gli riduce le prestazioni aerobiche dei muscoli.

Altri fattori che possono ridurre l’assorbimento del ferro, sono infiammazioni del tratto intestinale, diarrea, disbiosi intestinali, eccesso di calcio (il calcio compete con il ferro), presenza di polifofati negli alimenti, Fosvitina del tuorlo d’uovo, celiachia, e …. APRITE LE ORECCHIE !! anche l’acloridria dello stomaco, ossia la riduzione dell’acidità dello stomaco. Il ferro per essere assorbito ha bisogno di un ambiente acido perchè solo in ambiente acido si trova in forma di ione Ferroso Fe++ e quindi poi passa nell’enterocita dove incontrando un pH neutro si trasforma in ione Ferrico Fe+++ che può legarsi alla FERRITINA.

 

Fonte Bibliografica:

  1. Cimica degli Alimenti, Patrizia Cappelli e Vanna Vanucchi- Zanichelli editore, – Capitolo 2, paragafo 2.9, pg 33
  2. Alimentazione Fitness e benessere di marco Negri, Alberto Mario Bargossi e Antonio Paoli – Elika editrice; capitolo 9, paragrafo 9.3.3.1 -pagina da 177 a 181.

Nota Legale 

Le Informazioni contenute in questo Blog non intendono sostituirsi al parere professionale del medico. L’utilizzo di qualsiasi informazione qui riportata è a descrizione del lettore. L’autore e l’amministratore del Blog si sottraggono a qualsiasi responsabilità diretta o indiretta derivante dall’uso o dall’applicazione da qualsivoglia indicazione riportata nel Blog Alimentazione e Nutraceutica. Per ogni problema specifico si raccomanda di consultare uno specialista

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

7 Risposte a “Senza ferro l’ossigeno non arriva alle cellule”

  1. I tuoi interventi sono sempre interessantissimi Liborio…..complimenti per la tua proffessionalità e preparazione…. a quando un libro….sarebbe una cosa meravigiosa…pensaci

  2. Ciao io ho il problema inverso , a causa di frequenti trasfusioni di sangue ho il ferro molto alto e la ferritina a 2400 Esiste una dieta che aiuti ad abbassare il ferro?
    Grazie

    1. Purtroppo questa domanda esula dalle mie competenze di educatore alimentare; il Medico in questo caso è il professionista che ha le giuste competenze per orientarla verso giusti consigli.

  3. Buon giorno dott. Liborio vorrei chiedere un consiglio:
    Mia figlia è all’ottavo mese di gravidanza assume acido folico e la ferritina è normale, ha però le piastrine che tendono a scendere (mi pare 101 ora) . Nessun consiglio da parte dei medici, solo che se scedono ancora non potrà fare l’epidurale. Puoi consigliare qualcosa?. Grazie Clara Olivari

I commenti sono chiusi.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.