Infiammazione da Cibo, Obesità e Ritenzione Idrica

Infiammazione da Cibo, Obesità e Ritenzione Idrica

Per chi vuole seguirmi, può iscriversi al gruppo facebook alimentazione & Salute

Infiammazione da cibo

Quando si innesca una infiammazione da cibo per abuso perpetuo di un certo gruppo di alimenti, si possono verificare o intensificare disturbi di vario tipo, quali per esempio:

  • tendenza ad ingrassare pur mangiando poco e svolgendo una regolare attività fisica a causa della resistenza insulinica
  • Ritenzione idrica e cellulite
  • disturbi intestinali, gonfiori addominali, reflusso gastro – esofageo, etc
  • dermatite, acne, psoriasi ed altre patologie della pelle
  • Artrite reumatoide
  • otite, etc

I medici Attilio Speciani e Luca Speciani suddividono gli alimenti in 6 grandi gruppi:

  • Il gruppo degli alimenti contenenti glutine (pane, pasta, birra, grano, pizza, orzo, taralli, etc)
  • Il gruppo dei cibi contenenti lieviti e fermenti (latticini, aceto, yogurt, pane, pizza, insaccati, formaggi, lievito di birra, biscotti lievitati, etc.)
  • Il gruppo di cibi contenenti latte (latte, yogurt, formaggi, panna, biscotti, alcuni insaccati, Wurstell, gelati, creme, etc)
  • il gruppo di cibi contenenti solfato-nichel (lenticchie, spinaci, pomodoro, salsa di pomodoro, grassi idrogenati, oli raffinati, margarine, mais, funghi,gelati, pere, etc)
  • Il gruppo di cibi contenenti salicilati (arance, ribes, frutti di bosco, vino, mozzarelle, etc)
  • Il gruppo di cibi contenenti prodotti salati (salumi, salatini, Patatine, formaggi)

L’Italiano medio consuma quasi tutti i giorni alimenti contenenti glutine, lieviti, latte e nichel. Ciò innesca nell’organismo un aumento dell’infiammazione interna che sollecita il sistema immunitario a produrre citochine e radicali liberi riducendo lo stato di benessere.

Per ridurre l’infiammazione da cibo, i medici di segnale DietaGift e lo staff medico del centro SMA di Milano, suggeriscono ai loro pazienti di inserire nella settimana alcuni giorni di eliminazione dalla dieta di qualche gruppo alimentare al fine di abbassare l’infiammazione e migliorare lo stato di salute e favorire la perdita di massa grassa e liquidi corporei.

Facciamo un esempio sui cibi contenenti glutine!

Chi è abituato a consumare tutti i giorni cibi ricchi di glutine: pane, pasta, taralli, pizze, focacce, birra, potrebbe ottenere dei buoni risultati sulla salute se inserisce lungo la settimana un giorno “senza cibi glutinati”;

quindi a colazione invece di usare il pane o i biscotti, può utilizzare le barrette di riso o mais, metre a cena a pranzo e cena, come carboidrato invece della solita pasta o pane, può provare ad utilizzare una bella zuppa di legumi (senza pasta), oppure del riso o la polenta di mais.

Facciamo un altro esempio sui cibi contenenti lievito:

Molte persone abusano di cibi lievitati: insaccati, formaggi, yogurt, pane, pizza, Krakers, funghi, aranciate contenenti acido citrico di origine fungina;

Ebbene queste persone hanno il fegato sovraccarico di allergeni fungini e sviluppano una certa infiammazione sotto la soglia del dolore ogni qual volta che ingeriscono questi cibi; per ridurre l’infiammazione, sarebbe utile inserire almeno 1 giorno alla settimana di astensione da cibi contenenti lievito (pane, krekers, pizza, focacce (ma non la pasta..la pasta non ha lieviti), birra, formaggi, latticini, yogurt (ma non il latte! .. il latte non ha lieviti), aceto, etc.

In questo modo si da tempo al corpo di disintossicarsi e ridurre l’infiammazione interna ripristinando le funzioni normali dell’organismo.

Le citochine legate all’infiammazione da cibo sono il BAFF ed il PAF; nei soggetti sofferenti di Intolleranze alimentari IgG mediate presentano alti livelli di queste due citochine. Seguire le rotazioni alimentari e cercando di evitare di mangiare sempre gli stessi gruppi alimentari durante la giornata, aiuta il corpo a disintossicarsi dalle citochine infiammatorie BAFF e PAF e migliorare le performance sportive e la buona forma fisica.

Riferimenti Bibliografici:

  1. Come Una pentola a pressione di Attilio Speciani e gabriele Piuri -Tecniche nuove editore
  2. Superare le Intolleranze Alimentari di Attilio e Francesca Speciani – Tecniche Nuove editore

Nota Legale 

Le Informazioni contenute in questo Blog non intendono sostituirsi al parere professionale del medico. L’utilizzo di qualsiasi informazione qui riportata è a descrizione del lettore. L’autore e l’amministratore del Blog si sottraggono a qualsiasi responsabilità diretta o indiretta derivante dall’uso o dall’applicazione da qualsivoglia indicazione riportata nel Blog Alimentazione e Nutraceutica. Per ogni problema specifico si raccomanda di consultare uno specialista

 

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.