Il Reishi Funge anche da Prebiotico

Il Reishi Funge anche da Prebiotico

Vuoi maggiori informazioni su prebiotici e probiotici? Allora fai richiesta delle schede tecniche dei probiotici e prebiotici scrivendomi su —–> CONTATTI

Secondo le ricerche del Dottor Chin-Jung Chang (PMC 4557287), il reishi può essere usato per migliorare la flora batterica intestinale “come prebiotico”, per prevenire le disbiosi intestinali ed i disordini metabolici correlati all’obesità. (se vuoi ricevere la scheda tecnica del reishi, scrivimi su —> CONTATTI).

Il Reishi infatti contribuisce a combattere l’obesità, perché:

  1. Corregge la disbiosi provocata da una dieta ricca di grassi
  2. fa diminuire i Firmicutes
  3. fa aumentare i bacteroides
  4. Fa aumentare i livelli di protobacteri
  5. Mantiene integra l’integrità della barriera intestinale
  6. Riduce l’endotossiemia metabolica, ossia riduce la quantità di Tossine batteriche LPL che dall’intestino entrano nel sangue responsabili dell’infiammazione.

I polisaccaridi ad alto peso molecolare del Reishi (> 300 KDalton) producono effetti anti-obesità. (se vuoi ricevere la scheda tecnica del reishi, scrivimi su —> CONTATTI).

Avere una Buona flora Batterica intestinale, infatti contribuisce alla buona forma fisica e al buon stato di salute.

Nell’intestino vivono due grandi gruppi Microbici: I Firmicutes ed i Bacteroides; quando il rapporto Firmicutes/Bacteroides aumenta per colpa della cattiva alimentazione, l’organismo tende ad accumulare grasso e a generare infiammazione, alterando i valori del sangue.

La flora Batterica sbagliata, predispone all’Obesità in due modi:

  1. Aumenta l’accumulo del grasso nel tessuto adiposo attraverso l’inibizione del FIAF; IL FIAF è un ormone prodotto dall’intestino che va nel sangue e inibisce l’enzima responsabile dell’accumulo di grasso nel tessuto adiposo “la Lipoprotein-lipasi” indicata con la sigla LPL; La cattiva Flora batterica intestinale sopprime la produzione della FIAF e di conseguenza aumenta l’attività enzimatica della LPL, che accumula grasso.
  2. I Microbi cattivi aumentano la permeabilità intestinale, permettendo l’ingresso delle endotossine batteriche LPL nel sangue; Una volta che le LPL (endotossine batteriche) sono nel sangue, interagiscono con i recettori TLR-4 dei globuli bianchi, generando infiammazione e predisponendo l’individuo a resistenza insulinica, dislipidemie, diabete mellito di tipo-2, sovrappeso e obesità.

Ne consegue che per migliorare la forma fisica e i parametri ematici, molti medici suggeriscono di migliorare la flora batterica intestinale attraverso l’uso di integratori Probiotici e prebiotici.

I prebiotici sono rappresentati principalmente da fibre vegetali e/fungine in grado di stimolare la corretta crescita dei batteri buoni;

I probiotici invece sono microorganismi vivi presenti in alcuni alimenti e/o integratori alimentari in grado di colonizzare il tratto intestinale.

Il Reishi contiene beta-glucani che fungono da substrato nutritizio per i batteri intestinali buoni, prevenendo la permeabilità intestinale e stimolando l’ormone FIAF che andrà a sopprimere l’enzima responsabile dell’accumulo di grasso nel tessuto adiposo “La LPL”.

Studi in vitro hanno infatti dimostrato che la FIAF inibisce l’enzima LPL (lipoprotein lipasi) con un IC50 di 200 nM.

Quindi alla luce di quanto indicato dalle ricerche del dottor Chin-Jung Chang, gli integratori alimentari a base di Reishi possono contribuire a migliorare la salute e combattere il sovrappeso attraverso il miglioramento della composizione dei microorganismi intestinali.

(se vuoi ricevere la scheda tecnica del reishi, scrivimi su —> CONTATTI)

Cosa è l’Ormone FIAF e come fa a regolare l’accumulo di Grasso?

Il FIAF è un ormone prodotto dall’intestino che regola l’accumulo di grasso nel tessuto adiposo attraverso la modulazione dell’enzima LPL (lipoprotein-lipasi).

La Lipoprotein-Lipasi è un enzima che permette il trasferimento del grasso circolante nel sangue nelle cellule del tessuto adiposo.

Più le Liporpotein-lipasi sono attive e più accumulate grasso di riserva ed ingrassate.

Le lipoprotein lipasi LPL sono attivate dall’insulina e inibite dall’Ormone FIAF.

Se avete una corretta flora batterica intestinale, le cellule intestinali immetteranno nel sangue il FIAF che andrà a bloccare le LPL, prevenendo l’accumulo di grasso.

Se invece avete una flora batterica cattiva, le cellule intestinali faticheranno a produrre FIAF e di conseguenza le LPL lavoreranno ad alto regime per immagazzinare grasso nel tessuto adiposo.

Per avere una buona produzione di FIAF da parte dell’intestino occorre tenere in ordine l’intestino, attraverso una dieta basata su cibi poveri di conservanti e ricchi di fibre prebiotiche.

Inoltre l’integrazione con Reishi e Probiotici può contribuire a migliorare la flora batterica intestinale e ad abbassare i livelli di FIAF.

(se vuoi ricevere la scheda tecnica del reishi e probios, scrivimi su —> CONTATTI)

Fonte Bibliografica

  1. Chin-Jung Chang, et al. – Ganoderma Lucidum Reduces Obesity in mice by modulating the composition of the gut microbiota. Nat Commun. 6. 7489 doi: 10.1038/ncomms 8489 (2015). https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4557287/#b16
  2. Gut bacteria Make you fat – Michaela Ash BSC(hons) https://www.clinicaleducation.org/resources/reviews/gut-bacteria-may-make-you-fat/
  3. Gut Microbiota and Obesity https://microbewiki.kenyon.edu/index.php/Gut_Microbiota_and_Obesity

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.