Semi di Sesamo contaminati da Ossido di Etilene

Semi di Sesamo contaminati da Ossido di Etilene

Semi di Sesamo contaminati da Ossido di Etilene

Per info sui prodotti per la depurazione → CONTATTI

Ho smesso di mangiare alimenti contenenti semi di sesamo perché pericolosi alla salute per il rischio di intossicarmi di Ossido di Etilene, una sostanza classificata in Europa come Mutagena 1B.

Recentemente (22 Giugno 2021) sono state sequestrate in Italia più di 500 tonnellate di semi di sesamo contaminati da Ossido di Etilene di provenienza Indiana. Contenevano una concentrazione di Ossido di Etilene circa 520 volte il limite max tollerato in Europa di 0,05 mg/Kg.

Questo significa che nei semi di sesamo sequestrati vi era una concentrazione di ossido di etilene di 26 mg/Kg, che è una concentrazione potenzialmente cancerogena.

I semi di sesamo sono alimenti sani dal punto di vista nutrizionale, perché ricchi di SESAMOLO e acidi grassi essenziali. Il problema è che il sesamo provengono principalmente dall’India, dove si usa come conservante l’ossido di etilene che in Europa è considerata sostanza cancerogena, neurotossica e mutagena.

L’Ossido di Etilene è utilizzato in India per trattare i SILOS che conservano i semi di sesamo, al fine di uccidere gli insetti infestanti. L’ossido di etilene però viene assorbito dai semi di sesamo, diventando pericolosi per il consumatore.

In Europa l’Ossido di Etilene è considerata sostanza cancerogena, mutagena e neurotossica. L’esposizione all’Ossido di Etilene può predisporre al Cancro al seno, al Linfoma, Leucemia, tumori allo stomaco, etc.

In Europa l’Ossido di Etilene è classificato come sostanza mutagena di categoria 1B, ed è tossico per la riproduzione secondo il regolamento CE 1278/2008.

La concentrazione di ossido di etilene negli alimenti è regolati dal reg. (CE) 396/2005 che lo definisce come la somma di ossido di etilene + 2 cloro-etanolo. Per i semi di sesamo il limite max tollerato è di 0,05 mg/Kg; In alcuni lotti Indiani sequestrati in Italia e nell’Unione Europea, l’Ossido di etilene superava di 500 – 1000 volte i limite max tollerato.

Fonte Bibliografica

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.