Acidi Biliari si formano dal colesterolo grazie alla Vitamina C

La Vitamina C è una sostanza essenziale per l’uomo che se lo procura attraverso gli alimenti crudi di origine vegetale. (vuoi la scheda tecnica della vitamina C? allora scrivimi su contatti )

La vitamina C è presente normalmente nella carne, pesce, frutta, verdura e funghi; Poiché è molto sensibile al calore, alla luce, ai metalli e all’ossigeno, viene rapidamente distrutta dalla cottura degli alimenti. Quindi poiché la carne e pesce cruda non si possono mangiare per questioni igienico-sanitarie si suggerisce di mangiare almeno 5 porzioni tra frutta e verdura cruda per assumere la giusta dose di vitamina C.

Chi non mangia frutta e verdura cruda, rischia nel tempo gravi carenze di vitamina C.  La vitamina C serve a tantissime cose. Un ruolo importante è quello di favorire la trasformazione del colesterolo in acidi biliari.

Un modo per tenere basso il colesterolo e quello di trasformarlo in altre sostanze; uno di questi sono gli acidi biliari (acido colico e deossicolico) che compongono la bile, una sostanza saponosa, amara e verdastra prodotta dal fegato che si accumula all’interno di una sacca chiamata colecisti ed espulsa nell’intestino per emulsionare i grassi e digerirli.

L’organismo sano produce in media un litro di bile al giorno. Più bile producete, maggiore colesterolo verrà trasformato in acidi biliari ed espulsi con le feci.

Favorire la produzione e secrezione di bile consente all’organismo di tenere nella norma i livelli di colesterolo. Chi soffre di calcoli biliari alla colecisti, spesso vede aumentare il colesterolo nel sangue; questo perché viene meno la trasformazione del colesterolo in acidi biliari; e bene che chi ha calcoli biliari si rechi dal medico ed eventualmente se necessario operarsi per rimuovere i calcoli alla bile in modo da favorire la produzione ed espulsione di bile e tenere nella norma il colesterolo.

La vitamina C è indispensabile per trasformare il colesterolo in acidi biliari perché funge da cofattore per l’enzima colesterolo-7alfa-idrossilasi-1 (o Cyp7A1, noto anche con la sigla EC 1.14.14.23.).

In presenza di vitamina C, la Cyp7A1 può trasformare una parte del colesterolo circolante nel sangue in acidi biliari e più precisamente in acido colico (70%) e deossicolico (30%).

Una forte carenza di vitamina C, può bloccare questo enzima (Cyp7A1), favorendo un innalzamento dei livelli di colesterolo e predisponendo ai calcoli biliari.

Quindi cari lettori, un motivo in più per integrare con cibi ricchi di vitamina C e quello di favorire una corretta conversione del colesterolo in acidi biliari, migliorando i livelli di colesterolo nel sangue.

Fonte bibliografica

 

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico.

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.