Calvizia Maschile e Prostatite: Cosa hanno in comune?

Calvizia Maschile e Prostatite: Cosa hanno in comune?

Se Vuoi Informazioni Su alcuni Alimenti Utili contro la calvizie, l’Acne giovanile e Ipertrofia prostatica, scrivimi su contatti

Detto questo, i nemici della prostata e della caduta dei capelli nel maschio sono l'enzima 5-alfa-reduttasi e l'ormone super – maschile DHT. Tutto ciò che può ostacolare la 5-alfa-reduttasi e il DHT può contribuire a ridurre la caduta dei capelli e migliorare la funzionalità prostatica.

Molti ragazzi dai 20 anni in su, tendono a perdere i capelli e la % dei calvi aumenta man mano che si supera i trenta anni di età;

Molti adulti, man mano che superano i cinquanta anni, incominciano a soffrire di ipertrofia prostatica.

Chi è Calvo, non è detto che svilupperà la prostatite, però sono due patologie causati dallo stesso enzima che si chiama 5-alfa-reduttasi.

Se la 5-alfa reduttasi viene espressa ad alte concentrazioni a livello del cuoio capelluto, c è il concreto rischio che i capelli tenderanno a cadere.

Se la 5-alfa-reduttasi viene espressa ad alte concentrazioni nei tessuti prostatici, si avrà ipertrofia prostatica benigna.

IMPORTANTE!!!

Ce da sottolineare però che la 5-alfa-reduttasi del cuoio capelluto è diverso da quello espresso dalla prostata; questi due enzimi si chiamano allo stesso modo, fanno la stessa cosa ma sono due proteine diverse; Quello del cuoio capelluto si esprime solo nel cuoio capelluto e quello della prostata si esprime solo nella prostata e siccome fanno la stessa cosa si chiamano ISOENZIMI.

Ma che fa di particolare la 5-alfa-reduttasi espressa nel cuoio capelluto o nei tessuti prostatici?

La 5-alfa-reduttasi fa la seguente cosa: prende il testosterone (ormone maschile) circolante nel sangue e lo trasforma in DHT che è un ormone supermaschile (circa 8 – 15 volte più potente del testosterone)

Il DHT si lega ai recettori degli ormoni maschili a livello del bulbo pilifero o del tessuto prostatico molto più forte del testosterone;

Il Bulbo pilifero sotto lo stimolo del DHT tende a avvizzire, provocando la caduta dei capelli “alopecia androgenica”.

Le cellule della prostata, sotto lo stimolo del DHT sono più sollecitate a proliferare e a diventare ipertrofiche, fino ad infiammarsi.

Detto questo, i nemici della prostata e della caduta dei capelli nel maschio sono l’enzima 5-alfa-reduttasi e l’ormone super – maschile DHT.

Tutto ciò che può ostacolare la 5-alfa-reduttasi e il DHT può contribuire a ridurre la caduta dei capelli e migliorare la funzionalità prostatica.

Infatti, è noto che alcuni farmaci utilizzati per curare i problemi di ipertrofia prostatica hanno come effetto collaterale il miglioramento della capigliatura nell’uomo.

Tra i minerali in grado di frenare del 20 – 30% l’attività enzimatica della 5-alfa-reduttasi, citiamo lo zinco. Lo zinco è un minerale che rallenta l’attività enzimatica della 5-alfa-reduttasi con la conseguente diminuzione dei livelli di DHT; un calo di DHT favorisce la salute della prostata e rallenta o addirittura frena la caduta dei capelli.

La 5-alfa-reduttasi in alcuni soggetti viene espressa più del normale o nel cuoio capelluto o a livello prostatico, per svariati motivi:

  • Predisposizione genetica: Probabile che nella popolazione umana ci sono dei polimorfismi al gene della 5-alfa-reduttasi che la rendono più attiva della norma e quindi la produzione di DHT a livello prostatico o del cuoio capelluto è maggiore
  • Per lo stress: è noto che lo stress può favorire la caduta dei capelli e forse, anche l’ipertrofia prostatica; Quello che però è noto e che i soggetti cronicamente esposti a stress liberano in circolo un ormone cattivello che si chiama PROLATTINA: La prolattina sembra stimolare le cellule del cuoio capelluto e forse anche della prostata ad esprimere la 5-alfa-reduttasi. Una maggiore concentrazione di 5-alfa-reduttasi stimola la produzione di DHT che favorisce la caduta dei capelli se espressa nel cuoio capelluto o l’ipertrofia prostatica se prodotto a livello della prostata.
  • La cattiva alimentazione
  • Altro: I traumi e infezioni a livello prostatico solo per la prostata, i cibi troppo speziati, il fumo, l’alcool, i grassi saturi e la dieta acidificante.

Che fare per dare un contributo alla salute dei capelli e della prostata? Per maggiori info puoi scrivermi su contatti

Semplice: cercare di ostacolare l’eccessiva espressione genica della 5-alfa-reduttasi, ossia mangiare bene, mantenere alti livelli di vitamina D e C, integrare con Zinco e assumere cibi ricchi di lignani, bioflavonoidi e polifenoli che ossigenano le cellule; utile è anche stare alla larga dallo stress e praticare una moderata attività fisica di tipo aerobico.

Ottimi sono gli estratti di ortica, i semi di zucca “che sono particolarmente ricchi di zinco e vitamina E, etc.

Per controllare la caduta dei capelli e l’ipertrofia prostatica benigna utili sono anche gli antagonisti dei recettori degli ormoni maschili che impediscono al DHT di legarsi ad esse; tra queste sostanze antagoniste ci sono Integratori “come la Palmetta Nana” e Farmaci, però in questo caso ci vuole l’attenta supervisione medica in quanto può interferire negativamente con la libido nell’uomo.

 

Nota Legale 

Le Informazioni contenute in questo Blog non intendono sostituirsi al parere professionale del medico. L’utilizzo di qualsiasi informazione qui riportata è a descrizione del lettore. L’autore e l’amministratore del Blog si sottraggono a qualsiasi responsabilità diretta o indiretta derivante dall’uso o dall’applicazione da qualsivoglia indicazione riportata nel Blog Alimentazione e Nutraceutica. Per ogni problema specifico si raccomanda di consultare uno specialista

 

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.