Cervelli Danneggiati dalle Brioche

Cervelli Danneggiati dalle Brioche

Per Info sui Prodotti utili per il benessere del cervello (memoria, stress, grado di apprendimento, lucidità mentale, etc), scrivete un messaggio su —> CONTATTI.

Le Brioche formulate con ingredienti scadenti, sono dannosi alla salute del cuore e del cervello.

L’ingrediente più dannoso, contenute nelle merendine, sono i grassi idrogenati.

Nei grassi idrogenati, sono presenti gli acidi grassi trans, che danneggiano le arterie ed il cervello.

I grassi idrogenati possono essere presenti in panini all’olio, brioche, Cornetti, gelati di marche scadenti, Crakers, patatine fritte surgelate, margarine vegetali, prodotti precotti surgelati, in alcune maionesi, etc.

La Panna vegetale usata per preparare dolci è spesso fatta con grassi idrogenati; Controllate le etichette!

Quando acquistate cibi confezionati dai supermercati, prendetevi il fastidio di leggere gli ingredienti. Se tra gli ingredienti, compare la scritta “grassi idrogenati”, oppure “oli parzialmente Idrogenati”, o margarina vegetale, evitate di mangiarli, perché è cibo spazzatura!

I grassi idrogenati fanno male al cervello ed al cuore.

I grassi idrogenati impoveriscono il cervello di omega-3.

Il cervello è un organo ricco di grassi e colesterolo. L’acido grasso più abbondante del cervello si chiama DHA; il DHA è un Omega-3 che si forma dai grassi contenuti nell’olio di oliva, nella frutta secca a guscio ed in piccole quantità anche nelle verdure.

Nel cervello e nel fegato, è presente un enzima che trasforma gli Omega-3 dei grassi vegetali, in EPA e DHA. Più DHA è presente nel cervello, è migliore è il grado di apprendimento, memoria ed intelligenza.

L’enzima che trasforma gli omega-3 vegetali in DHA, si chiama Delta-6-desaturasi, ed è indicato con la sigla EC1.14.19.3.

Questo enzima contribuisce ad accumulare DHA ed EPA nel cervello, nella retina e nelle membrane cellulari di tutto l’organismo.

La Delta-6-Desaturasi nei bambini e ragazzi è molto attivo, e li aiuta ad essere lucidi ed intelligenti, perché favorisce l’accumulo di DHA nel cervello.

I Grassi Idrogenati contenuti in molti cibi spazzatura, bloccano la delta-6-desaturasi. Una dieta troppo ricca di grassi idrogenati, impoverisce il cervello di DHA.

Un altro nemico della delta-6-desaturasi EC1.14.19.3, sono i grassi saturi contenuti in abbondanza negli stessi cibi in cui è possibile trovare i grassi idrogenati.

I grassi saturi, però, fanno meno danni al cervello ed al cuore, rispetto ai grassi idrogenati.

Se ci tenete al Vostro Cervello, cercate di limitare il consumo di grassi idrogenati, oli fritti e grassi saturi. Inoltre, una valida alternativa per aumentare i livelli di DHA ed EPA, è quello di mangiare Pesce e integrare la dieta con Olio di pesce Omega-3. Negli oli e grassi del pesce, sono presenti gli omega-3 attivati, sotto forma di DHA ed EPA.

Se ami il tuo cervello, e ci tieni al cuore, ogni tanto, integra la dieta con gli omega-3 ad alto contenuto di EPA e DHA. Se siete interessati ad un Olio ricco di DHA ed EPA, chiedete Info all’esperto, scrivendo su —> CONTATTI.

Fonte Bibliografica

  • Acil-CoA – delta-6-desaturasi EC1.14.19.3, Brenda Enzyme https://www.brenda-enzymes.org/enzyme.php?ecno=1.14.19.3
  • La Zona Omega-3 Rx – il Miracolo dell’Olio di Pesce, il nuovo alleato della nostra salute -di Barry Sears, prefazione di Bruno Berra, spearling e Kupfer Editori.

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

3 Risposte a “Cervelli Danneggiati dalle Brioche”

  1. Il Cervello umano è ricco di Omega-3 e colesterolo.
    L’Omega-3 prevalente nei grassi del cervello, è l’acido Docosaesaenoico, che i biologi per semplicità, chiamano DHA.
    Il 30% dei grassi del cervello è rappresentato dall’Omega-3 DHA.
    In alcune strutture nervose del cervello, come la retina e la ghiandola Pineale, i livelli di DHA, raggiungono il 50%, sul totale degli acidi grassi.
    L’Omega-3 DHA, influenza la funzionalità del cervello e l’intelligenza.
    Il DHA aiuta a migliorare la vista.
    Il DHA, contribuisce a far funzionare bene la ghiandola Pineale, l’organo che funge da orologio biologico del cervello.

    Più Omega-3 abbiamo nel cervello e nella retina, meglio è!
    Più Omega-3 abbiamo nell’organismo è più debole saranno i sintomi delle reazioni infiammatorie ed allergiche.
    L’Omega-3 DHA, si forma dall’acido alfa-linolenico, contenuto nell’olio di oliva, nelle noci, nella frutta secca a guscio, nel grasso della selvaggina, nelle uova biologiche ed in piccole quantità anche nelle verdure.
    L’Omega-3 alfa-linolenico assunto con la dieta, serve a ben poco!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.