Dieta ricca di grassi ed infiammazione da endotossina LPS

Dieta ricca di grassi ed infiammazione da endotossina LPS

Dieta ricca di grassi ed infiammazione da endotossina LPS

Per Info sui prodotti naturali antinfiammatori, scrivetemi su –> CONTATTI

L’infiammazione cronica di basso grado è associato ad obesità, invecchiamento, demenza, diabete, sindrome metabolica e malattie cardiovascolari.

Un potente induttore di infiammazione sono le endotossine batteriche LPS prodotte dai batteri intestinali, che passano nel sangue.

Fin quanto gli LPS rimangono nell’intestino, tutto va bene; quando però riescono a passare nel sangue, si attiva l’infiammazione proporzionale alla quantità di LPS che entra nel sangue.

Se i livelli di LPS che entrano nel sangue, è notevole, si rischia lo shock settico e la morte!

Se i livelli di LPS che entrano nel sangue sono moderatamente elevati, causano potenti brividi di freddo, accompagnato da febbre, e sintomi reumatici.

Se i livelli di LPS sono bassi, genera una infiammazione di basso grado sotto la soglia del dolore, che però favorisce l’obesità, l’invecchiamento, etc.

La dieta influenza i livelli di LPS che entrano nel sangue:

Le diete ricche di grassi saturi, grassi ossidati (di frittura) ed idrogenati, aumentano i livelli di LPS nel sangue generando infiammazione e sovrappeso.

E’ stato dimostrato che dopo pochi minuti dall’ingestione di cibi ricchi di grassi saturi, i livelli nel sangue di endotossine batteriche LPS, aumentano, per poi abbassarsi nelle ore successive.

Probabilmente quando si assumono i grassi saturi, vengono assorbiti contemporaneamente anche gli LPS che vanno a finire nel sangue, aumentando l’infiammazione silente.

Alimenti ricchi di grassi saturi che possono facilitare il passaggio degli LPS dall’intestino al sangue, sono: Carni rosse, salumi, insaccati, formaggi, latticini, panna, burro, olio di palma. Limitare il consumo di questi alimenti, può contribuire in modo significativo alla riduzione nel sangue di LPS, e migliorare il metabolismo e la forma fisica.

Pare anche che la presenza nella dieta di fibre vegetali dei cereali integrali, legumi e verdure, associate ai cibi contenenti grassi saturi, può ridurre l’assorbimento delle endotossine LPS.

Quindi se proprio non potete farne a meno dei “schifosi grassi saturi, idrogenati e rancidi”, cercate almeno di abbinarli con generose quantità di cibi integrali, frutta e verdura, per minimizzare l’assorbimento post – prandiale degli LPS.

Con i grassi sani monoinsaturi dell’olio di oliva e polinsaturi dei semi oleaginosi e del pesce, i livelli di LPS nel sangue, aumentano di poco, e svolgono un azione preventiva.

Quindi SI al consumo di Olio Extra vergne di oliva, semi oleosi e pesce .. e NO! Ai grassi saturi di insaccati, salumi, formaggi, latticini, panna, burro, ed ai grassi idrogenati dei prodotti industriali.

Sono causa di aumenti di LPS nel sangue, anche l’abuso di alcolici, stress, disbiosi intestinali, cibi contenenti conservanti e residui di antibiotici, ed i digiuni prolungati.

Per minimizzare i livelli di LPS nel sangue, utili sono:

  • L’integrazione alimentare di Zinco; lo zinco è il cofattore della IAP (Fosfatasi alcalina intestinale) in grado di disattivare gli LPS intestinali, rendendoli meno infiammatori.
  • Integrazione con probiotici che antagonizzano i batteri produttori di LPS e rinforzano l’integrità della mucosa intestinale.
  • Il retinolo acetato, che sarebbe vitamina A attiva, capace di aumentare l’integrità delle mucose ed epiteli, contribuendo a ridurre la permeabilità intestinale
  • Fibre vegetali solubili ed insolubili.

Per Info sui prodotti naturali antinfiammatori, scrivetemi su –> CONTATTI

Dati Tecnici sui livelli di LPS nell’organismo umano

è stato stimato che il colon umano contiene circa 1 Kg di massa batterica, pari a 10^12 e 10^13 batteri.

Ogni batterio produce dai 2 ai 50 femtogrammi di LPS (dato ricavato sperimentalmente su Escherichia Coli). 1 fentmogrammo = 10^-18 Kg.

In base a questi dati, si stima che nel colon ci siano circa 2 – 50 mg di LPS totale…

Alcuni autori stimano una produzione di LPS intestinale più alta, variabile tra i 10 g ed i 50 g (in un intestino sano).

La dose letale di LPS iniettata per via endovenosa nei ratti è di 1 -2 microgrammi.

Quantità molto basse fino a 5 picogrammi di LPS/ml nel sangue, possono circolare nel flusso sanguigno di una persona sana, senza effetti collaterali.

Pertanto un intestino sano contiene 1000 – a 1 milione di volte più LPS della dose letale; ma fin quanto sono stipati al sicuro dentro l’intestino, gli LPS non procurano infiammazione.

L’organismo si difende dagli LPS batterici, attraverso i seguenti enzimi:

  • Fosfatasi alcalina intestinale IAP – zinco dipendente
  • ACILOSSIACIL IDROLASI “AOAH”, EC3.1.1.77
  • La proteina LPS-Binding “LBP” presente sulla superficie delle lipoproteine VLDL e LDL

Fonte Bibliografica (Dieta ricca di grassi ed infiammazione da endotossina LPS)

  • André P, Laugerette F, Féart C. Metabolic Endotoxemia: A Potential Underlying Mechanism of the Relationship between Dietary Fat Intake and Risk for Cognitive Impairments in Humans? Nutrients. 2019 Aug 13;11(8):1887. doi: 10.3390/nu11081887. PMID: 31412673; PMCID: PMC6722750. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6722750/
  • Wassenaar TM, Zimmermann K. Lipopolysaccharides in Food, Food Supplements, and Probiotics: Should We be Worried? Eur J Microbiol Immunol (Bp). 2018 Aug 21;8(3):63-69. doi: 10.1556/1886.2018.00017. PMID: 30345085; PMCID: PMC6186019. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6186019/

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.