Effetto Hoffman nel cancro

Descalimer: Non è intenzione dell’autore fornire consulenza medica , ma piuttosto fornire agli utenti informazioni per comprendere meglio la scienza della vitaPer qualsiasi problema di salute l’autore esorta a consultare un medico qualificato per la diagnosi e per le risposte alle tue domande personali.

Effetto Hoffman nel cancro

Effetto Hoffman nel cancro

Le cellule tumorali sono ghiotte di glucosio, glutammina e metionina.

La dipendenza delle cellule tumorali dal glucosio, è conosciuta con il termine di EFFETTO WARBURG. La Dipendenza delle cellule tumorali dalla Metionina, è detta EFFETTO HOFFMAN.

Nei tumori avvengono contemporaneamente

l’effetto Warburg e Hoffman.

Cosa è l’effetto WARBURG?

L’effetto WABURG è la fermentazione del glucosio in acido lattico “anche in presenza di ossigeno”. Si dice che le cellule tumorali utilizzano la glicolisi aerobica, producendo acido lattico. Normalmente le cellule sane, in presenza di ossigeno, bruciano il glucosio in anidride carbonica + vapore acqueo. Quando le cellule sane sono private dell’ossigeno, sfruttano la glicolisi anaerobica producendo energia + acido lattico. Le cellule tumorali a differenza di quelle sane, utilizzano la glicolisi, sia in presenza di ossigeno e sia in assenza di ossigeno; questo tipo di comportamento metabolico prende il nome di EFFETTO WARBURG.

A causa dell’effetto Warburg, le cellule tumorali acidificano l’ambiente extracellulare con l’acido lattico, favorendo la degradazione della matrice extracellulare e l’infiltrazione del tumore nei tessuti sani.

Cosa è l’effetto HOFFMAN?

L’effetto HOFFMAN è la dipendenza della cellula tumorale dalla metionina esogena, proveniente dalla dieta. Si è scoperto che quando gli animali di laboratorio con tumore, venivano nutriti con una dieta povera di Metionina, la massa tumorale regrediva spontaneamente; Inoltre i tumori diventavano anche più sensibili alla radioterapia ed alla chemioterapia.

Quindi le cellule tumorali dipendono dalla metionina, e se vengono sottoposte a restrizione dell’amminoacido, la crescita del tumore si arresta e tende a regredire.

Le diete a basso contenuto in metionina, si basano sulla riduzione del consumo di formaggi, carne, proteine animali in generale; sono discrete fonti di metionina, anche i cereali (grano e orzo), mentre i legumi contengono proteine povere di metionina. Frutta, verdura, ortaggi, riso, mais, sono alimenti poveri di metionina.

Questo tipo di dieta è molto difficile da praticare per l’essere umano, in quanto la METIONINA è anche un amminoacido essenziale, e quindi va sviluppato con l’aiuto di un DIETOLOGO, o di un BIOLOGO NUTRIZIONISTA.

Per ridurre i livelli di METIONINA NEL SANGUE, gli scienziati hanno brevettato un farmaco enzimatico che iniettato nel sangue di animali e pazienti volontari, distrugge ed abbassa i livelli di metionina nel sangue. Questo farmaco enzimatico si chiama METIONINASI prodotta da Ceppi di Escherichia coli modificati geneticamente con DNA del batterio Pseudomonas putida.

Per il Biologo, Medico e Farmacista che vuole saperne di più su questo enzima farmaceutico, fornisco i nomi dettagliati:

  • Nome dell’enzima: METIONINASI
  • Altro Nome: L-METIONINA – ALFA-DEAMINO – GAMMA LIASI
  • Nome Internazionale dell’enzima: EC 4.4.1.11
  • Cofattore dell’enzima: Piridossina Fosfato derivante dalla vitamina B6
  • Batterio produttore: Pseudomonas putida
  • Funzione: Iniettata agli animali di laboratorio, provoca l’abbassamento di metionina nel sangue, favorendo la restrizione cellulare di Metionina.

Una caratteristica dell’effetto HOFFMAN è che mentre le cellule normali poste su substrato di omocisteina (precursore della metionina), crescono, le cellule tumorali non riescono a crescere; pur riuscendo a trasformare l’omocisteina in metionina, la crescita delle cellule tumorali coltivate in brodi di omocisteina non crescono, ed addirittura pare che riprogrammano il metabolismo, perdendo il fenotipo tumorale. Quindi le cellule tumorali non crescono in assenza di metionina.

Ma perché le cellule tumorali sono fortemente dipendenti dalla metionina?

Principalmente per tre motivi:

  1. La metionina serve per produrre SAMe Decarbossilato “DEC-SAMe”, necessario per la biosintesi delle poliammine (putrescina, spermidina e spermina).
  2. Una parte dell’omocisteina, verrà convogliata nella via della transulfatazione per produrre cisteina, solfati, H2S e glutatione.

Caro lettore ..Nota bene!

Questi due punti sono importanti, perché:

  1. Le cellule tumorali sono grandi produttori di poliammine; le poliammine servono per promuovere la crescita e proliferazione cellulare ed abbassare le difese immunitarie. Grazie alla Metionina, la cellula tumorale può produrre tantissime poliammine; La restrizione dietetica della metionina, inibisce la produzione di poliammine, arrestando la crescita tumorale.
  2. Le uniche cellule capaci di fare la Transulfatazione, sono: le cellule del fegato e le cellule tumorali.

Il Potenziale di Metilazione.

La misura della capacità metilante di una cellula è chiamato POTENZIALE DI METILAZIONE.

Il potenziale di Metilazione è dato dal rapporto SAMe/SAO, dove:

  • SAMe = S-adenosil-metionina
  • SAO = S-adenosil-Omocisteina

Quando la dieta è povera di metionina, il Potenziale di metilazione si abbassa, e di conseguenza si blocca la proliferazione cellulare.

Pare che nella cellula vi sia un Cekpoint che regola il ciclo cellulare; quando il Potenziale di metilazione cellulare è alto (per la presenza di metionina dietetica), il Cekpoint attiva il ciclo cellulare; quando i livelli di metionina sono bassi, il cekpoint spegne il ciclo cellulare, e la crescita tumorale viene bloccata.

Effetto Hoffman nel cancro
Effetto Hoffman nel cancro

Fonte Bibliografica (Effetto Hoffman nel cancro)

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.