Origine dei Batteri Intestinali

Origine dei Batteri Intestinali

Per Info su ottimi Probiotici, scrivetemi su CONTATTI

I batteri ospitati nel lume intestinale,provengono tutti dall’esterno.

Quando un bambino è nel grembo materno, il suo piccolo intestino è completamente sterile, ossia privo di batteri. Appena si rompono le acque, ed il bambino attraversa il canale vaginale, la sua bocca ed il suo nasino, entrano in contatto con i batteri lattici della mucosa vaginale, e sono i primi batteri probiotici che vanno a colonizzare l’intestino.

Il bambino appena nato, riceve dal seno della mamma, il primo latte (colostro), contenente batteri lattici. Il latte della mamma, infatti non è sterile, ma contiene batteri lattici probiotici, che andranno a colonizzare l’intestino del bambino, sommandosi ai batteri lattici provenienti dalla vagina.

I bambini nati da parto cesario, e non allattati al seno, sono privi di germi probiotici provenienti dalla flora batterica vaginale e dal latte materno.

Il latte pastorizzato e/o sterilizzato, invece sono privi di batteri, e non apportano probiotici all’intestino dei bambini.

I bambini giocando, involontariamente si mettono le mani in bocca; le mani sono spesso contaminate da batteri ambientali, che messi in bocca, entrano nell’intestino, colonizzandolo. Anche questi batteri contribuiscono alla formazione del microbioma intestinale.

Il bambino diventa adulto e può ingerire batteri dall’ambiente attraverso bevande ed alimenti freschi. Gli uomini primitivi infatti si nutrivano di cibi crudi (anche carne cruda) e acqua di ruscelli e pozzanghere, introducendo batteri buoni e cattivi, alcuni dei quali, risuscivano ad attraversare ad attraversare lo stomaco e colonizzare l’intestino.

Con l’arrivo della modernità, l’igiene e la cottura degli alimenti, ha ridotto la possibilità di assumere microorganismi dal mondo esterno; tuttavia esistono degli alimenti ch possono apportare batteri probiotici.

Tra questi cito:

  • I latti fermentati: Yogurt, Kefir, Yakult, etc, ricchi di fermenti lattici che finiscono nell’intestino.
  • I formaggi e latticini, che sono alimenti fermentati che contengono fermenti vivi.
  • La frutta e la verdura cruda, non disinfettata con amuchina, possono apportare lieviti e batteri probiotici residenti sulla superficie. Per esempio sulla buccia dell’uva risiedono lieviti e batteri lattici e acetici della fermentazione, che possono colonizzare l’intestino.
  • Il miele vergine, potrebbe contenere batteri e spore che potrebbero arricchire il microbioma di fermenti lattici. Attenzione! Il Miele può contenere spore di botulino, per cui i bambini molto piccoli NON DOVREBBERO ASSUMERE MIELE.
  • Persino gli insaccati “come salami e salsicce” non pastorizzate, anche se a causa di molti conservanti e sale, è preferibile non consumarli.

I batteri una volta dentro l’intestino, interagiscono tra loro creando degli equilibri dinamici di popolazione, che varia a seconda della dieta, della stagione, dello stress e dell’uso di farmaci antibiotici e alcol.

L’equilibrio corretto della flora batterica viene definito EUBIOSI, e garantisce salute e benessere all’organismo del consumatore.

Per Info su ottimi Probiotici, scrivetemi su CONTATTI

Origine dei Batteri Intestinali

Fonte Bibliografica (Origine dei Batteri Intestinali )

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.