Fruttosio o Glucosio! Chi tra i due è più dannoso?

Glucosio o Fruttosio! Chi tra i due è più dannoso?

Per chi Vuole seguirmi, può registrarsi al gruppo Facebook Alimentazione & Salute

Prima di iniziare la discussione, avviso il lettore che il fruttosio naturale della frutta e l’amido ingerito con cibi naturali come verdura e cibi integrali (legumi, pane nero, pasta cotta al dente) è quasi innocuo. I problemi scaturiscono quando si eccede nell’assunzione di zuccheri, fruttosio e amidi raffinati.

La gente è disorientata se è meglio il glucosio o il fruttosio per la dieta.

La gente sa che se mangia un alimento ricco di amidi che sprigiona glucosio nel sangue, si vede in pochi minuti aumentare la glicemia ed avere la glicemia sopra i 120 mg/dl tipico dei diabetici creando problemi in quanto il glucosio in eccesso si combina con l’emoglobina formando emoglobina glicata.

L’emoglobina glicata genera infiammazione vascolare e arteriosclerosi ed inoltre riduce la capacità del sangue di trasportare ossigeno e nutrienti ai tessuti.

L’emoglobina glicata infiamma anche il tessuto connettivo, affatica il fegato, aumenta i marker infiammatori in circolo, modifica il metabolismo cellulare e riduce le prestazioni fisiche e mentali.

Leggevo un post di un medico che diceva che quando una persona guarda il cielo e vede muoversi tanti filamenti, significa che ha l’emoglobina glicata alta per colpa dell’iperglicemia e che quei filamenti sono proteine glicate generate dall’eccesso di zuccheri e amidi raffinati.

L’emoglobina glicata è il peggior pericolo per chi ha il diabete mellito di tipo 2 e per chi ha repentini sbalzi iperglicemici dopo i pasti.

L’emoglobina glicata quando si forma, inquina i fluidi corporei, il sangue ed il tessuto connettivo appiccando l’incendio infiammatorio a più organi e tessuti; l’infiammazione se protratta nel tempo peggiora il diabete, peggiora il livello di stress ossidativo ed accelera l’invecchiamento di organi, vasi e pelle.

Per ridurre i livelli di emoglobina glicata “tutti sanno” che bisogna gestire bene la glicemia scegliendo cibi a medio indice e carico glicemico come legumi, lenticchie, pane nero e pasta integrale ed evitando dolciumi e bevande zuccherine.

L’attenzione di alcuni esperti di nutrizione si sposta contro il glucosio e considerano invece il FRUTTOSIO innocuo e suggeriscono ai consumatori con problemi di iperglicemia di dolcificare il caffè con il Fruttosio perché è a bassissimo indice glicemico pari a 20!

Ebbene vediamo di fare chiarezza….anche se il fruttosio ha un indice glicemico bassissimo e non fa aumentare il glucosio nel sangue è comunque uno zucchero pericolosissimo “più del glucosio”, perché essendo un chetoesosio si combina con più facilità all’emoglobina del sangue formando l’emoglobina glicata.

Voi quando fate l’esame del sangue, attraverso essa, dosate i livelli di glucosio a digiuno, ma NON i livelli di fruttosio! Il fruttosio ingerito fa salire la fruttosemia nel sangue…non la glicemia ed il fruttosio scassa con più facilità l’emoglobina infiammando il corpo.

Il fegato è l’unico organo capace di assorbire il fruttosio circolante nel sangue e trasformarlo in glucosio tramite la fruttosio aldolasi-B, ma questo enzima inducibile dal fruttosio non è molto efficiente ed un eccesso di zucchero raffinato (contenente fruttosio) alla lunga affaticano il fegato il quale tende a diventare grasso, ad infiammarsi e ad incrementare i livelli di transaminasi.

Per concludere diciamo che il fruttosio raffinato e lo zucchero bianco (contenente fruttosio) sono più dannosi alla salute rispetto agli amidi che sprigionano glucosio. Se è vero che il glucosio in eccesso fa aumentare la glicemia e l’emoglobina glicata, il fruttosio e lo zucchero bianco pur non aumentando come gli amidi raffinati la glicemia, fanno di peggio!!! perché fanno schizzare la fruttosemia nel sangue che non viene rilevata all’analisi della glicemia. Ripeto! Il fruttosio raffinato e quello sprigionato dallo zucchero da cucina essendo un chetoesosio (mentre il glucosio è un aldoesosio), si lega con più facilità ai gruppi alcolici e amminici delle proteine formando con più facilità l’emoglobina glicata, uno dei rincipali fattori dell’infiammazione.

Fonte Bibliografica

Iperglicemia e Diabete, di Luca e Attilio Speciani – Giunti Demetra Editore

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

3 Risposte a “Fruttosio o Glucosio! Chi tra i due è più dannoso?”

      1. Grazie professor Paolo Manzelli .. molto interessante quello che scrivi è per me è un argomento nuovo. Ceramente Tutti i corpi producono energia che determina la vibrazione molecolare, elettronica e di legame…e l’energia si trasferisce nello spazio circostante attraverso il meccanismo dell’irraggiamento a mezzo di onde elettromagnetiche ciascuno con differenti lunghezze d’onda, frequenza ed energia. … quinfi credo che le Vostre ricerche sono molto importanti .. Grazie ancora 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.