I Proteoglicani del Reishi prevengono Diabete e Obesità

Il Reishi Previene Obesità e Diabete 2

Sei Interessata/o a ricevere info sull’integratorer Reishi ad alto grado farmaceutico? Allora scrivi un messaggio, chiedendo la scheda tecnica del Reishi —–> CONTATTI.

Il Reishi “fungo dell’immortalità”, pare essere in grado di combattere e prevenire l’Obesità ed il Diabete mellito di tipo-2, grazie alle numerose sostanze funzionali in essa contenute. Il Reishi sembra prevenire l’accumulo di grasso e l’iperglicemia, grazie ad un gruppo di sostanze chiamate proteoglicani.

Il reishi è ricco di proteoglicani!

Perché i proteoglicani del Reishi prevengono diabete e Obesità?

Secondo il Dottor Ma HT (vedi riferimento bibliografico (2) sotto), i proteoglicani del Reishi sono in grado di inibire l’enzima che causa resistenza insulinica e della Leptina: la Proteina Tirosina Fosfatasi 1 B (EC 3.1.3.48) , chiamata anche con la sigla PTP1B.

La PTP1B (EC 3.1.3.48) quando è eccessivamente espressa nelle cellule, per colpa dello stress e dell’infiammazione, inibisce la funzionalità dei recettori ipotalamici della Leptina, provocando il rallentamento del metabolismo, la perdita di massa magra e la tendenza ad accumulare grasso.

La PTP1B inibisce anche il recettore dell’insulina, che non rispondendo più ai comandi dell’isulina, favorisce l’iperglicemia ed il Diabete di tipo-2.

L’integrazione di Proteoglicani contenuti nel Fungo Reishi, contribuisce a sbloccare in modo naturale, i recettori Ipotalamici della Leptina e i recettori dell’insulina, migliorando il metabolismo, riducendo la glicemia e favorendo la perdita di peso.

Quindi tra le tante proprietà del Reishi, ci sono anche quelle che contrastano il diabete e l’obesità.

ATTENZIONE!!!

Il Reishi è commercializzato sotto forma di compresse, e la qualità dipende dal grado farmaceutico dei principi attivi (Per un buon reishi, scrivetemi su —> CONTATTI); Il Reishi essendo un fungo, contiene anche tracce di nichel, ed è controindicato in chi è allergico o intollerante ai funghi e al nichel. Il nichel è presente anche nei pomodori, polenta, kiwi, lenticchie, spinaci, prodotti in scatola di latta, funghi; Se questi prodotti creano fastidio, probabile che il reishi non è adatto a Voi.

Fonte Bibliografica

  1. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16461936
  2. (2) https://www.sciencedirect.com/science/article/abs/pii/S0031942215000837

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.