La Citochina Antitumorale e Antivirale GcMAF e la Nagalasi

La Citochina Antitumorale e Antivirale GcMAF e la Nagalasi

Per chi Vuole seguirmi, può registrarsi al gruppo facebook Alimentazione & Salute

Nagalasi

Di seguito riassumo alcuni articoli riguardanti le proprietà antitumorali e antivirali della citochina GcMAF e del suo inibitore Nagalasi (vedere i riferimenti bibliografici sotto)

Nel sangue umano, circola una glicoproteina che lega e trasporta la vitamina D e si chiama DBP o Gc; Recentemente è stato scoperto che la proteina Gc trasportatrice della vitamina D, viene poi trasformata nella citochina GcMAF.

GcMAF è una citochina importante perché attiva i Macrofagi del sistema immunitario, proteggendoci da infezioni virali e tumori.

In laboratorio è stato dimostrato che GcMAF derivante dalla proteina trasportante la vitamina D “la Gc” è in grado di stimolare i macrofagi nel distruggere le cellule tumorali e le cellule infettate dai Virus.

Quindi la proteina Gc trasportatrice della vitamina D, quando si trasforma in GcMAF è in grado di proteggerci dai tumori e dalle patologie virali.

Purtroppo, le cellule tumorali e i Virus sono in grado di impedire la formazione di GcMAF; le cellule tumorali ed i Virus infatti sono in grado di secernere nel sangue un enzima: la NAGALASI.

La Nagalasi viene prodotta in grandi quantità dalle cellule tumorali; più è grande e aggressivo il tumore, maggiore sarà la produzione di Nagalasi.

La Nagalasi che fa?

La Nagalasi è un enzima che degrada la proteina trasportatrice di vitamina D “la Gc”, impedendo a questa di trasformarsi nella citochina antitumorale e antivirale GcMAF. In questo modo il tumore disattiva il sistema immunitario e può proliferare indisturbato.

La Nagalasi è anche presente nelle strutture proteiche del virus; il virus infettando le cellule, libera la nagalasi, che degradando la proteina trasportatrice di vitamina D, la Gc, impedisce la formazione della citochina attivante i macrofagi GcMAF, permettendo al virus di proliferare nelle cellule; Virus che producono molta nagalasi, sono:

  • I virus dell’AIDS o HIV
  • I virus Hepstein – bar
  • Il virus Herpes Zoster
  • I virus dell’influenza

Livelli di nagalasi alta sono stati riscontrati nel sangue dei pazienti malati di:

  • cancro al seno
  • Cancro al polmone
  • Cancro a Esofago e Stomaco
  • Cancro a rene e vescica
  • cancro ad Utero e Testicoli
  • Cancro a ovaia e Prostata
  • Etc.

E’ stato scoperto che la quantità di Nagalasi nel sangue è correlata alla massa tumorale ed alla sua malignità. Gli oncologi hanno scoperto che dopo la rimozione della massa tumorale, i livelli di Nagalasi si riducono nel giro di 24 ore; Probabilmente l’emivita di questo enzima dura meno di 24 ore.

In conclusione diciamo che esiste una correlazione tra:

  1. livelli di vitamina D,
  2. livelli di proteina trasportatrice della vitamina D “la Gc”
  3. Livelli della citochina stimolante i macrofagi GcMAF che è antitumorale, antiangiogenic e antivirale
  4. Livelli dell’enzima NAGALASI che disattiva i macrofagi distruggendo la proteina che trasporta la vitamina D Gc e riducendo la sintesi della GcMAF.

Riferimenti Bibliografici

Nota Legale 

Le Informazioni contenute in questo Blog non intendono sostituirsi al parere professionale del medico. L’utilizzo di qualsiasi informazione qui riportata è a descrizione del lettore. L’autore e l’amministratore del Blog si sottraggono a qualsiasi responsabilità diretta o indiretta derivante dall’uso o dall’applicazione da qualsivoglia indicazione riportata nel Blog Alimentazione e Nutraceutica. Per ogni problema specifico si raccomanda di consultare uno specialista

Precedente I Reumatismi: Cause e Cure Naturali Successivo Certe Persone Sono più Vulnerabili allo stress ossidativo e all'inquinamento

2 commenti su “La Citochina Antitumorale e Antivirale GcMAF e la Nagalasi

Lascia un commento