La vitamina E riduce il colesterolo

Per ridurre il colesterolo totale e il colesterolo cattivo LDL, una alternativa alle statine potrebbe “FORSE” essere l’uso di alcuni Isomeri della Vitamina E, l’alfa, il gamma ed il delta Tocotrienolo;615285

ATTENZIONE!!! aprite le orecchie Ho detto TOCOTRIENOLO e NON TOCOFEROLO.

Quando andate in farmacia o in erboristeria a comprare un integratore di Vitamina E, in genere vi vendono una miscela di TOCOFEROLI, ed in genere l’alfa-tocoferolo.

I TOCOTRIENOLI, sono invece assenti nell’industria degli Integratori alimentari, perché costa molto la loro estrazione ed anche perché solo recentemente si stanno scoprendo interessanti funzioni
riguardanti la salute umana.

Tuttavia alcuni alimenti sono particolarmente ricchi di Tocotrienoli; e alla fine del post, farò un breve elenco degli alimenti che lo contengono

I tocotrienoli sono in grado di inibire la sintesi del colesterolo, perché hanno la capacità di inibire la HMG-CoA-REDUTTASI;

Tenete presente che la vitamina E che si vende in commercio, ossia l’alfa-tocoferolo non riesce ad inibire la HMG-CoA-reduttasi; ed addirittura sembra attivarla; L’unica nota positiva dell’alfa-tocoferolo è che riesce a proteggere le LDL dall’ossidazione, prevenendo l’arteriosclerosi.

Ritornando ai Tocotrienoli, più efficace dell’isomero alfa-tocotrienolo, sono il delta ed il gamma tocotrienolo, i quali non solo inibiscono la HMG-CoA-reduttasi, ma addirittura provocano la sua degradazione mediante ubiquitazione e successiva proteolisi a mezzo del proteosoma.

Cibi ricchi di tocotrienoli sono: l’olio di germe di grano, l’olio di soia spremuto a freddo, l’olio di germe di riso, la crusca di riso, l’olio di cocco. Nel seguente Link, potete consultare una un elenco completo delle fonti di alfa tocoferolo (AT), Delta-tocotrienolo (DT3) e gamma-tocotrienolo (GT3);

ricorfatevi che GT3 e DT3 sono più efficaci di AT. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3823775/table/RRT048TB1/

Curiosità!

Nel tessuto adiposo e nelle cellule dell’uomo e del pollo ce scarsa presenza di TOCOTRIENOLI, e molta presenza di TOCOFEROLI; questo succede perché i TOCOTRIENOLI assunti con la dieta, l’organismo umano e del pollo lo convertono rapidamente in TOCOFEROLO. Il Maiale invece ha una moderata capacità a convertire il Tocotrienolo in tocoferolo, e pertanto, diete ricche di TOCOTRIENOLI arricchiscono la carne di Suino di alfa, beta, delta e gamma TOCOTRIENOLI.

Riassunto del Tecnologo Alimentare Dottor Liborio Quinto esperto in Alimentazione

Fonte Bibliografica (cliccaci sopra ed andrai al riferimento bibliografico) 

Vitamin E: Tocopherols and Tocotrienols as potential radiation countermeasures

Tabella dei cibi ricchi di tocotrienoli

Nota Legale 

Le Informazioni contenute in questo Blog non intendono sostituirsi al parere professionale del medico. L’utilizzo di qualsiasi informazione qui riportata è a descrizione del lettore. L’autore e l’amministratore del Blog si sottraggono a qualsiasi responsabilità diretta o indiretta derivante dall’uso o dall’applicazione da qualsivoglia indicazione riportata nel Blog Alimentazione e Nutraceutica. Per ogni problema specifico si raccomanda di consultare uno specialista

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.