Le Mele sono amiche del cuore

Per chi Vuole seguirmi, può iscriversi al gruppo FACEBOOK ALIMENTAZIONE E SALUTE

E’ noto da secoli un proverbio che dice “Mangiare una mela al giorno, toglie il medico di torno”; mela selvatica teverini banqueting (1)

Ebbene, questo proverbio racconta una verità basata sull’evidenza del passato, che chi consumava abitualmente le mele riscontrava numerosi benefici sulla salute, in modo particolare sulla salute del cuore e dei vasi sanguigni.

Tutti questi benefici, dipendono dai polifenoli contenuti nella mela, ed in particolare concentrati nella buccia e nei semini del frutto; inoltre le varietà più antiche e tradizionali, come le mele renetta, sono quelle a maggior concentrazione di polifenoli.

Quindi cari lettori, cercate di consumare varietà di mele più rustiche e possibilmente “se ci riuscite”, con tutta la buccia ed i semini; I semini sforzatevi di masticarli.

Una recente ricerca scientifica condotta su cavie di laboratorio (vedi sotto alla bibliografia), ha dimostrato che i polifenoli contenuti nella mela, sono in grado di:

  1. Ridurre la formazione delle placche arteriosclerotiche lungo le curvature e diramazioni delle arterie
  2. Ridurre la sintesi epatica di trigliceridi e colesterolo
  3. Prevenire la steatosi epatica non alcolica
  4. Abbassare il colesterolo cattivo LDL
  5. Aumentare il colesterolo buono HDL
  6. Potenziare la capacità antiossidante delle cellule epatiche attraverso una maggiore espressione genica della Glutatione perossidasi, Superossido dismutasi, e catalasi

La cosa sorprendente vista in questa ricerca è che i polifenoli di mela sono stati in grado di inibire l’infiammazione dell’endotelio attraverso l’inibizione della via MAP-Kinasi/NF-KB indotta dalle lipoproteine LDL ossidate;

I polifenoli di mela, inibendo la via MAP-kinasi, riduce l’espressione da parte dell’endotelio vascolare delle citochine che causano permeabilità dei vasi sanguigni, richiamo delle cellule immunitarie (monociti) e adesione sulle pareti dei vasi; Queste citochine cattive, bloccate dai polifenoli di mela, sono:

  • TNF-alfa (aumenta la permeabilità dei vasi, attraverso la modifica delle actine e tubulina del citoscheletro delle cellule endoteliali)
  • MCP-1 e CCL-2 (che sono delle chemocine)
  • ICAM-1 e VCAM-1 che sono molecole che favoriscono l’adesione dei monociti alle pareti vascolari

Quindi per semplificare al massimo, diciamo che:

Il consumo di mele, contribuisce a migliorare lo stato di salute delle persone, attraverso il miglioramento dei parametri ematici e la prevenzione dell’arteriosclerosi; inoltre le mele favoriscono la detossificazione epatica ed una maggiore protezione da parte dei radicali liberi grazie ad una maggiore produzione di glutatione persossidasi, catalasi, superossido dismutasi ed altri.

I benefici salutistici apportati dal consumo di mele, dipendono principalmente dalla presenza di alcuni polifenoli concentrati in particolare nella buccia e nei semini, ed un po’ meno nella polpa;

I principali polifenoli della mela, sono:

  1. La Floridzina
  2. Il Phlorizin
  3. La quercetina
  4. le catechine
  5. Le proantocianidine
  6. l’epicatechine
  7. la Rutina
  8. l’Acido clorogenico

Bibliografia

Apple poliphenols Decrease atherosclerosis and Hepatic Steatosis in ApoE (-/-) Mices Through the ROS/MAPK/NF-KB Pathway – Xu Zr, Li Jy, Dong XW, Tan ZJ, Wu Wz, Xie QM, Yang YM http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4555163/

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.