L’importanza dell’acetilcolina nelle prestazioni atletiche

Una sostanza molto importante per la trasmissione dell’impulso elettrico dai nervi ai muscoli durante la contrazione muscolare, è l’acetilcolina; 1655947_10201400627770062_1914811198_n

Quando ci alleniamo, per esempio corriamo, le parti terminali dei nervi che innervano i muscoli a livello delle placche motorie, rilasciano l’ ACETILCOLINA, questa sostanza si lega a determinati recettori della fibra muscolare, determinando la contrazione muscolare.

Quindi se vi è una carenza di acetilcolina o un difetto funzionale a livello delle placche motorie, si ha come conseguenza una riduzione delle prestazioni fisiche;

Per avere una buona produzione di acetilcolina, è necessario tenere bassa l’omocisteina e quindi alta S-adenosil-metionina (SAMe), per far ciò è indispensabile fornire all’organismo le 5 vitamina che controllano il ciclo dell’omocisteina: vit C, Acido folico, Betaina, vitamina B12 e vitamina B6.

La colina abbonda anche nella bottarga e nel tuorlo d’uovo; Una vitamina utilissima per la sintesi della colina è la Trimetilglicina che abbonda nelle bietole e nella rapa rossa.

Quindi assicurare all’organismo un buon funzionamento del ciclo dell’ omocisteina, consente una adeguata produzione di acetilcolina importante per il corretto impulso elettrico delle sinapsi dei neuroni sulle fibre muscolari, consentendo una ottimale contrazione muscolare durante le attività sportive.

Dottor Liborio Quinto – esperto in alimentazione

fonte http://www.my-personaltrainer.it/alimentazione/colina.html

Nota Legale 

Le Informazioni contenute in questo Blog non intendono sostituirsi al parere professionale del medico. L’utilizzo di qualsiasi informazione qui riportata è a descrizione del lettore. L’autore e l’amministratore del Blog si sottraggono a qualsiasi responsabilità diretta o indiretta derivante dall’uso o dall’applicazione da qualsivoglia indicazione riportata nel Blog Alimentazione e Nutraceutica. Per ogni problema specifico si raccomanda di consultare uno specialista

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

2 Risposte a “L’importanza dell’acetilcolina nelle prestazioni atletiche”

  1. Buonasera dottore, volevo sapere perché alcuni giorni quando mi alleno (sono podista amatore con 4 uscite circa alla settimana) sento una grande fiacca muscolare che mi impedisce di svolgere l’allenamento corretto. Inoltre accuso svariati dolori articolari e muscolari. Da circa 6 mesi ho una forte, penso, contrattura a livello collo/spalla sinistra.
    Anch’io sono appassionato della dietaGift. Ci potrebbe essere un collegamento con
    l’acetilcolina ? Grazie Nicola Addante

    1. Ciao Nicola! Io penso che il tuo problema si chiama SOVRALLENAMENTO perchè ti alleni quasi tutti i giorni senza mai fare i giusti periodi di recupero; Quei dolori muscolari che avverti si chiama RABDOMIOLISI, PRATICAMENTE LE TUE FIBRE MUSCOLARI A CAUSA DEI CONTINUI ALLENAMENTI SI SONO LESIONATI creandoti infiammazioni; Se fai le analisi del sangue…troverai sicuramente i livelli di CPk (fosfocreatina) e LDH (lattato deidrogenasi un po alto…segno di SOVRAFFATICAMENTO MUSCOLARE. Non devi fare altro che prenderti un periodo di riposo e poi riprendere gli allenamenti con i giusti periodi di recupero…tanto + lunghi quanto + intensi sono gli allenamenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.