L’Orologio Biologico Umano

Sei interessato ai prodotti antinvecchiamento? Se si, chiedi info su CONTATTI

L'ambiente che ci circonda, regola le lancette dell'orologio biologico dell'ipotalamo, il quale a sua volta sincronizza gli orologi biologici degli organi periferici. Se ci sono grossi cambiamenti ambientali, le lancette dell'orologio biologico cambiano, e devono resettarsi anche gli orologi degli organi periferici; ciò può creare inizialmente turbolenza, che si manifesta con alterazione dei cicli circardiani.
L’ambiente che ci circonda, regola le lancette dell’orologio biologico dell’ipotalamo, il quale a sua volta sincronizza gli orologi biologici degli organi periferici. Se ci sono grossi cambiamenti ambientali, le lancette dell’orologio biologico cambiano, e devono resettarsi anche gli orologi degli organi periferici; ciò può creare inizialmente turbolenza, che si manifesta con alterazione dei cicli circardiani.

Salute e longevità, sono strettamente legati all’orologio biologico.

L’orologio Biologico centrale, si trova “nell’ipotalamo” all’interno del cervello, mentre gli orologi periferici si trovano nelle cellule di organi e tessuti.

L’orologio centrale, controlla e regola gli orologi periferici.

Se questo orologio, funziona bene, tutti gli organi lavorano insieme, facendo funzionare bene il metabolismo.

Quando questo orologio, funziona male, gli organi incominciano a lavorare per conto loro, creando alterazioni metaboliche, malattie, obesità e invecchiamento.

Per far funzionare correttamente questo orologio, bisogna cercare di fare le cose giuste a determinate ore della giornata.

Per esempio:

  1. Il giorno bisogna svegliarsi ed esporsi alla luce diurna e la Notte bisogna andare a letto agli orari normali (al buio).
  2. Bisogna mangiare tre volte al giorno, in modo decrescete (colazione ricca, pranzo moderato e cena leggera)
  3. Bisogna fare attività fisica durante il giorno, ma evitarla nelle ore notturne
  4. Bisogna evitare di stare troppe ore al buio durante la giornata
  5. Bisogna evitare di stare troppe ore alla luce artificiale, la notte
  6. Bisosgna rispettare la stagionalità dei cibi: I cibi invernali vanno mangiati d’inverno e quelli estivi d’estate, perché contribuiscono a resettare correttamente gli orologi interni in fuunzione della stagione.
  7. è buona regola fare una colazione ricca ed abbondante al Mattino
  8. è buona regola evitare di abbuffarsi la sera
  9. Interagire a livello sociale, in determinate ore della giornata; Ma quando è ora di dormire, bisogna stoppare le relazioni sociali.

Se rispettate quotidianamente gli orari, le lancette degli orologi delle cellule, si allineano a quelle dell’Ipotalamo (orologio biologico centrale), ed il metabolismo funziona correttamente.

Se avete una vita disordinata, in cui non rispettate mai gli orari, gli orologi periferici dei vari organi, incominciano ad andare ognuno per conto proprio, e ciò può accelerare l’invecchiamento e portare a malattia.

Sembra strano tutto ciò?

Allora facciamo alcuni esempi….

Se siete abituati ad alzarvi alle 7 del mattino, vi sarte accorti, che se un giorno vi alzate alle 5 del mattino, per l’intera giornata vi sentite a pezzi e stressati.

Ebbene, quel sintomo dipende dal fatto che l’orologio biologico ha subito una turbolenza, e gli orologi periferici degli organi interni, impiegheranno alcune ore per riallinearsi al nuovo cambiamento.

Il giorno dopo, vi accorgerete, che tenderete ad alzarvi allo stesso rario del giorno prima (alle 5 del mattino), perché gli orologi biologici hanno subito un nuovo reset.

Se queste modifiche di abitudini, si verificano poche volte durante la settimana, gli orologi interni hanno il tempo per sincronizzarsi. Se invece “non rispettate mai gli orari” e cambiate abitudini ogni giorno, gli orologi biologi dei vari organi e dell’ipotalamo, incominciano ad andare oguno per conto proprio, e vi sentirete, male, stanchi, spossati. Ne risente molto il metabolismo, ripercuotendosi sulla salute e forma fisica.

Anche alzarsi tardi la mattina è un forte danno all’orologio biologico. L’orologio biologico dell’ipotalamo viene regolato dall’intensità e dal numero delle ore di luce e buio della giornata.

Ma quali sono gli ingranaggi Molecolari dell’orologio biologico?

È un argomento nuovo ed affascinante, però è molto complesso ed in fase di ricerca.

Quello che brevemente posso dire e che alcuni ingranaggi di questo orologio sono le seguenti proteine:

  1. ClocK
  2. BMAL1
  3. PER1, PER2, PER3 (Periodo 1, periodo 2, periodo 3)
  4. CRY1, CRY2
  5. Melatonina/serotonina

Questi ingranaggi aumentano e diminuiscono durante le 24 ore, in funzione degli stimoli luminosi, nutrizionali, di attività fisica e di vita sociale.

Di qui l’importanza delle sane abitudini di vita e nutrizionale, e sopratutto del rispetto della regolarità degli eventi; ogni piccola modifica, crea un reset degli orologi interni; se questo reset subisce frequentemente modifiche, gli orologi dei vari organi perdono la sincronicità, provocando turbolenze metaboliche.

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico.

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.