Metti le Ali al Tuo Motore Cellulare

Metti le Ali al Tuo Motore Cellulare

Per ricevere Informazioni per rendere efficienti le cellule, scrivimi su contatti

Il motore cellulare è per certi versi molto simile a quello di un auto; le auto per produrre energia per camminare devono bruciare la benzina (o il gasolio) dentro un apparato che si chiama carburatore.

Nel carburatore avviene la mescola della benzina con l’ossigeno dell’aria che sotto la scintilla della candela brucia generando energia termica e meccanica.

Se nel carburatore non arriva l’aria (ossigeno), la benzina non può bruciare; se nel carburatore non arriva la benzina il motore non può mettersi in moto.

Quando il filtro dell’aria del motore si intasa di polvere, la benzina non brucia bene e la macchina perde efficienza nel produrre movimento e incrementano i consumi.

Al fine di avere un motore efficiente è importante curare la qualità del carburante e la pulizia dei filtri, in questo modo ossigeno e carburante si miscelano bene all’interno del carburatore e possono produrre molta energia meccanica, rendendo la macchina efficiente ed economica nei consumi e con un accelerazione elastica.

Un Motore con il filtro dell’aria intasato di polvere e con il carburatore sporco è un motore addormentato, poco elastico, tendente a spegnersi ed altamente inquinante.

 

La stessa cosa succede con le nostre cellule muscolari …

Anche le fibre muscolari hanno dei carburatori dove il carburante (grassi e zuccheri) vengono bruciati in presenza di ossigeno generando calore e energia muscolare.

Il carburatore dei muscoli si chiamano Mitocondri. Nei mitocondri entrano gli zuccheri, i grassi e gli aminoacidi che si mescolano con l’ossigeno per bruciare e generare calore e movimento muscolare.

Nei mitocondri “non avviene una fiammata” come invece capita nei carburatore dei motori, ma si verifica una fiammata chimica fatta di reazioni chimiche che portano alla fine agli stessi prodotti della combustione (anidride carbonica e vapor acqueo).

Se nelle fibre muscolari avete numerosi mitocondri ben funzionanti, i grassi e gli zuccheri verranno bruciati in modo efficiente e la resa nello sport e nell’attività fisica sarà notevole con la minima produzione di sostanze tossiche (radicali liberi e acido lattico).

Se invece la combustione avviene in modo difettoso, la resa energetica dei muscoli sarà bassa e si produrranno molte sostanze dannose che arrecheranno dolori a muscoli, tendini e articolazioni e tanto affanno e sudore.

Per avere Numerosi mitocondri sani ed efficienti, bisogna dare quello che necessitano. Le principali sostanze benefiche per i mitocondri sono: l’acido alfa-lipoico, la N-acetil-carnitina e il CoQ10. Basta la carenza di uno di questi che i mitocondri perdono efficienza e le prestazioni atletiche si riducono.

L’acido alfa lipoico consente l’ossidazione del glucosio impedendo la formazione di acido lattico. Una carenza di acido alfa lipoico può favorire la glicolisi anaerobica con una maggiore propensione a produrre acido lattico.

La N-acetil-carnitina invece permette l’ingresso degli acidi grassi nel mitocondrio permettendo la loro combustione. Una carenza di N-acetil-carnitina riduce l’efficienza energetica dei muscoli a bruciare grassi ed inoltre si impedisce al corpo di dimagrire.

Il CoQ10 è un trasportatore di elettroni e protoni all’interno della mambrana interna mitocondriale generati dalla combustione chimica dei grassi e degli zuccheri dentro i mitocondri.

Una integrazione di queste tre sostanze può dare un notevole contributo allo sportivo ed alle persone comuni a produrre lavoro muscolare senza affanno.

Concorrono al buon funzionamento dei mitocondri, anche gli oligominerali come selenio, zinco, rame, ferro, manganese, vitamina B2 e B1 necessari per attivare molte proteine della catena respiratoria mitocondriale.

Per avere Muscoli efficienti non occorrono solo vitamine e minerali, ma è necessario che siano numerosi e voluminosi.

Più mitocondri avete nei muscoli, maggiore sarà la propensione a produrre lavoro muscolare dalla combustione di grassi e zuccheri.

I mitocondri non solo devono essere numerosi ma anche voluminosi!

Per incrementare il numero e volume dei mitocondri le ricerche scientifiche suggeriscono di stimolare con l’alimentazione e l’attività fisica le SIRTUINE.

Le sirtuine se vengono attivate stimolano la formazione di nuovi mitocondri rendendoli anche voluminosi.

Le sirtuine possono essere attivate attraverso i seguenti fattori:

  1. attività fisica aerobica regolare
  2. Polifenoli di frutta e verdura e di certi integratori alimentari (scrivimi su contatti per info)
  3. la Niacina (una forma della vitamina b3 (scrivimi su contatti per informazioni)

In conclusione

Se volete mettere le ali ai vostri piccoli carburatori (i Mitocondri), dovete fornire tutto quello che necessitano ed aiutarvi praticando una regolare attività fisica.

Mitocondri più efficienti significa:

  • minor produzione di acido lattico e radicali liberi
  • Migliore ossigenazione
  • minor acidità dei fluidi corporei
  • respirazione più regolare
  • migliore resa nello sport e nel lavoro fisico
  • migliore lucidità mentale
  • minor rischio cardiovascolare.
  • Miglior recupero post allenamento

Per ulteriori informazioni su come mettere le ali ai mitocondri, potete scrivermi su contatti

Post scritto e Pubblicato dal

Tecnologo Alimentare Dottor Liborio Quinto

 

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico.

 

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.