Minerali Alcalini e Benessere Cellulare

Minerali Alcalini e Benessere Cellulare

Siete interessati ad un buon alcalinizzante? Allora fate richiesta della scheda tecnica dell’alcalinizzante scrivendomi su CONTATTI.

Le cellule dei nostri tessuti ed organi a livello microscopico vivono immersi in un fluido acquoso extracellulare; in questo fluido sono disciolti nutrienti, ossigeno, anidride carbonica, scorie acide e minerali.

I minerali disciolti nel fluido extracellulare contribuiscono ad influire sull’acidità dell’ambiente extracellulare. Un fluido extracellulare ricco di minerali alcalini, riesce a neutralizzare l’acidità delle scorie acide e dell’anidride carbonica, migliorando il benessere delle cellule; le cellule in un ambiente extracellulare alcalinizzante vivono bene e sono ben idratate donando bellezza e tono a muscoli, pelle ed organi.

Un ambiente extracellulare ricco di minerali alcalini è molto ossigenato e dona vitalità alle cellule. Al contrario, quando i fluidi extracellulari sono ricchi di minerali acidificanti (solfati e fosfati) e di scorie acide ed acido carbonico, le cellule soffrono, tendono ad andare in ipossia (carenza di ossigeno) e si infiammano.

Gli ambienti extracellulari poveri di ossigeno ed acidi sono tipici dei tessuti infiammati con edema.

L’alimentazione condiziona il livello di alcalinità/acidità dei fluidi corporei extracellulari; un alimentazione ricca di minerali acidi (solfati e fosfati), può contribuire a peggiorare il benessere ed il tono delle cellule;

Un alimentazione ricca di minerali alcalinizzanti (potassio, magnesio, calcio, manganese, selenio, rame, ferro, cromo), può invece ridurre l’acidità dei fluidi extracellulari e migliorare l’ossigenazione, l’idratazione e la vitalità delle cellule.

Alimenti alcalinizzanti sono in genere la frutta, verdura, ortaggi, le noci di cocco, i funghi e alcuni tipi di fagioli; Alimenti acidificanti sono invece quelli troppo ricchi di proteine (sia vegetali che animali) ed appartengono a questo gruppo la carne, il formaggio, i latticini, il pesce, le uova, le noci, ed in minor misura la frutta secca oleosa, i cereali e buona parte dei legumi.

Per stare bene bisogna assumere sia i cibi acidificanti che alcalinizzanti, ma i cibi alcalinizzanti nella dieta devono prevalere su quelli acidi. L’Organizzazione Mondiale della Sanità, non per niente, suggerisce alla popolazione di consumare almeno 5 porzioni di frutta, ortaggi e verdure; tale quantità di cibi alcalinizzanti abbinata ai cibi animali, fa si che il bilancio acido – base della giornata sia quasi tendenzialmente alcalino rendendo felici e ossigenate le cellule.

Ma pur troppo molta gente non consuma frutta e verdura e si ciba di cibi industriali e carne altamente acidificanti; Queste persone hanno i fluidi corporei ricchi di solfati e fosfati acidificanti e poveri di ossigeno e di conseguenza le cellule vivono male, in un ambiente povero di ossigeno in mezzo alle scorie acide da loro stesse prodotte. Una ambiente di questo tipo predispone all’ipossia, alla ritenzione idrica e all’infiammazione gli organi e tessuti; Inoltre le cellule hanno un minor turgore cellulare ed i muscoli pur se presenti si presentono flacidi e mollicci.

Quindi è bene mantenersi in forma attraverso una alimentazione onnivora ricca di prodotti vegetali alcalinizzanti e magari impiegando di tanto in tanto qualche prodotto alcalinizzante come il Mineral Vita; Per sapere che cosa è il Mineral Vita, chiedi la scheda tecnica scrivendomi su CONTATTI.

Tecnologo Alimentare

Dottor Liborio Quinto

 

Desclaimer

Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico

Precedente Noce e Acqua di Cocco sono Alcalinizzanti? Successivo Le Uova Alimenti Acidificanti?

Lascia un commento