Zucchero e Vino della Noce di Cocco

Zucchero e Vino della Noce di Cocco

Se sei interessato ad avere informazioni sui prodotti dietetici, scrivimi su contatti

lo zucchero che circola nella linfa delle piante si chiama saccarosio, mentre quello che circola nel sangue degli animali e pesci si chiama glucosio. Il saccarosio sarebbe lo zucchero di barbabietola e di canna che trovate nei supermercati.

La linfa che circola nei vasi cribrosi delle piante “dalla radice verso le foglie” e più o meno ricca di minerali, vitamine e saccarosio; appena la linfa raggiunge i frutti, il saccarosio viene scomposto in una miscela di glucosio e fruttosio.

Quindi memorizzatevi questa cosa!

Nella linfa delle piante circola il saccarosio, mentre nei frutti trovate il glucosio e fruttosio.

Il saccarosio può essere estratto dalla linfa di ogni pianta oltre che dalla barbabietola da zucchero; Si produce zucchero dall’acero, dal sorgo, dall’agave, dalla canna da zucchero, etc.

Nei paesi tropicali bagnati dall’oceano Pacifico, la pianta sfruttata per produrre zucchero è l’albero della noce di cocco.

Per estrarre lo zucchero da questo albero, gli agricoltori locali si arrampicano e tagliano alcuni boccioli di fiore di cocco prelevando da essi circa 1 litro di linfa zuccherina con dei contenitori di canna di bambù;

I Filippini massimi produttori di noci di cocco al mondo, chiamano la linfa di cocco con il nome di Tuba.

La concentrazione zuccherina del Tuba è mediamente del 16 – 18%.

la linfa zuccherina (TUBA) appena raccolta viene messa in pentole metalliche e sottoposta ad ebollizione al fine di far cristallizzare lo zucchero ed utilizzarlo per scopo alimentare. Il colore di questo zucchero varia dal giallino al bruno scuro a seconda dell’entità di cottura della linfa.

Dalla linfa zuccherina del cocco si produce per fermentazione alcolica anche il vino di cocco, molto diffuso nelle Filippine ed Indonesia; il vino di cocco ha un grado alcolico vicino ai 10 – 11 gradi.

Dalla distillazione del vino di cocco le popolazioni locali producono un superalcolico molto simile alla grappa e alla Vodka che si chiama Cambanag.

Anche l’acqua di cocco contiene zuccheri, però in quantità molto più limitata rispetto alla linfa; l’acqua di cocco viene utilizzata per produrre l’aceto di noce di cocco.

Pubblicato dal

Tecnologo Alimentare Dottor Liborio Qunto

Fonte Bibliografica

  • Proprietà Curative della noce di cocco del dottor Bruce Fife – Macro edicioni – capitolo 2 “Il frutto della Vita”, pagine da 26 a 41.

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.