Caseina e Autismo

Per Info sulle SOSTANZE Antinvecchiamento, scrivetemi su –> CONTATTI

Caseina e Autismo, legato alla Casomorfina. L’autismo è un disturbo dello sviluppo che colpisce i bambini nei primi anni di vita.

I bambini con autismo, mostrano comportamenti anomali nell’interazione sociale e problemi della comunicazione.

La diffusione dell’autismo nel mondo, è in costante crescita; la malattia colpisce maggiormente i maschietti, rispetto alle femminucce. I maschietti si ammalano di autismo 2-5 volte più delle femminucce, ed il motivo non si sa.

L’autismo colpisce circa:

  • 1,4 bambini su 10.000 bimbi, nella Penisola Arabica
  • 185 Bambini su 10.000 bimbi, nella popolazione Asiatica
  • 115 bambini su 10.000 bimbi, in Svezia (paese a maggiore incidenza di autismo in Europa)
  • 2 – 3 bambini su 10.000 bimbi in Croazia (paese a minor incidenza di autismo in Europa)

La causa dell’autismo non si conosce, ma si sospettano varie cause.

Gli scienziati sospettano che una delle cause, sono le Esomorfine degli alimenti, che possono alterare la funzione cerebrale di alcuni bambini carenti dell’enzima DPP-4 (EC 3.4.14.5).

Le esomorfine sono dei peptidi che si formano dalla digestione di alcune proteine: dalle caseine del latte di mucca, dal glutine “del grano e dell’orzo” e dalle proteine della soia.

Queste esomorfine, vengono assorbite dall’intestino, entrano nel sangue e vengono rapidamente inattivate dall’ enzima DPP-4 (EC 3.4.14.5) .

I bambini carenti di DPP-4, non sono in grado di neutralizzare le esomorfine prodotte dalla digestione delle caseine, del glutine e delle proteine della soia; Pertanto un eccessivo abuso di questi alimenti, potrebbe causare disturbi autistici nei soggetti carenti di DPP-4 (EC 3.4.14.5) .

Come spiegato sopra, in Asia si ammalano di autismo 185 bambini, ogni 1000 bimbi; In Asia, il latte si consuma poco, mentre prevale il consumo di Soia, le cui proteine, possono liberare esomorfine responsabili dell’autismo.

Gli Abitanti della Svezia, sono i principali consumatori di latte “in Europa”, ed è molto diffuso l’autismo.

La colpa è del latte? Non si può dirlo con certezza, però ce il sospetto che possa esserlo.

Molti medici e nutrizionisti, sembrano ottenere qualche risultato positivo, suggerendo alle persone autistiche, una dieta priva di glutine e priva di caseina.

Caseina e glutine, non fanno male a tutti, ma possono danneggiare la salute, solo in determinati soggetti carenti di DPP-4 (EC 3.4.14.5) .

Quando questi soggetti carenti di DPP-4, ingeriscono grandi quantità di gllutine e caseina, liberano nell’intestino le esomorfine, che vengono assorbite nel sangue e si legano ai recettori degli oppiodi, scombussolando il sistema immunitario, nervoso ed endocrino.

Pertanto una dieta povera di glutine e caseina, potrebbe, essere utile per attenuare i disturbi dell’autismo, in alcuni soggetti carenti di DPP-4 (EC 3.4.14.5).

Il latte è sotto accusa autismo, anche per un altro componente: Ia presenza del Carrier solubili “FRA” (o trasportatore alfa dell’acido folico). La presenza di FRA nel latte, potrebbe causare lo sviluppo di anticorpi “anti-Fra”, che può interferire sul normale assorbimento dell’acido folico da parte della membrana emato-encefalica. Ciò influisce negativamente sul ciclo dell’omocisteina, compromettendo la sintesi dei neurotrasmettitori.

Quest’ultimo argomento l’ho ampiamente trattato nel post “ Autismo, Latte e Metil-Folato” https://liborioquinto.altervista.org/autismo-latte-e-metil-folato/ .

Per approfondire sulle esomorfine alimentari, suggerisco la lettura dei seguenti articoli:

  1. La Caseina Buona e Cattiva https://liborioquinto.altervista.org/la-caseina-buona-e-cattiva
  2. Esomorfine degli Alimenti https://liborioquinto.altervista.org/esorfine-degli-alimenti/
  3. Le casomorfine del Latte https://liborioquinto.altervista.org/%ef%bb%bfle-casomorfine-del-latte/
  4. Le 5 Intolleranze al Latte https://liborioquinto.altervista.org/le-5-intolleranze-al-latte/

Fonte Bibliografica (Caseina e Autismo)

parola chiave: Caseina e Autismo

Nota legale

Le Informazioni contenute in questo Blog non intendono sostituirsi al parere professionale del medico. L’utilizzo di qualsiasi informazione qui riportata è a descrizione del lettore. L’autore e l’amministratore del Blog si sottraggono a qualsiasi responsabilità diretta o indiretta derivante dall’uso o dall’applicazione da qualsivoglia indicazione riportata nel Blog Alimentazione e Nutraceutica. Per ogni problema specifico si raccomanda di consultare uno specialista

Precedente Epidemia di Obesità Successivo Liquido Sinoviale e Articolazioni

Lascia un commento