Il Magnesio contro il diabete-2

Il Magnesio contro il diabete-2

Il Magnesio contro il diabete-2

Per info sui prodotti dietetici → CONTATTI

Il Magnesio contribuisce a migliorare la tolleranza al glucosio ed aiuta a prevenire il diabete-2. Il Magnesio aiuta gli enzimi della glicolisi, i mitocondri ed i recettori dell’insulina a funzionare meglio. Il Magnesio aiuta anche il Pancreas a produrre insulina.

Pare che il Magnesio aiuti il tessuto muscolare ad esprimere i trasportatori del glucosio GLUT-4, contribuendo a migliorare la tolleranza al glucosio e quindi a normalizzare la glicemia.

Le proprietà anti-diabetiche del magnesio sono state dimostrate in cavie di laboratorio.

Il Magnesio aiuta anche ad abbassare l’infiammazione silente e lo stress ossidativo. I Mitocondri sono organelli deputati alla produzione di energia, e quando funzionano male producono radicali liberi in eccesso. I Mitocondri del tessuto muscolare dei diabetici produce un eccesso di radicali liberi a livello del complesso-1. Anche la carenza di Magnesio nella dieta può favorire una disfunzione mitocondriale che porta alla produzione di radicali liberi. Quindi l’integrazione di Magnesio può contribuire ad abbassare lo stress ossidativo, migliorare la produzione di ATP e ridurre l’infiammazione silente.

L’infiammazione silente è accompagnato da un aumento di citochine infiammatorie (TNF-alfa, IL-6, CRP, etc), responsabili della resistenza insulinica, ed il magnesio abbassando lo stress ossidativo, abbassa anche le citochine infiammatorie, contribuendo a migliorare la sensibilità dell’organismo al glucosio.

Il Magnesio aiuta a far funzionare meglio i mitocondri, e se questi organelli funzionano bene, il glucosio viene ossidato meglio per produrre energia (ATP). Il magnesio migliora l’attività enzimatica di tre enzimi: La Isocitrato deidrogenasi, la alfa-chetoglutarato deidrogenasi e la piruvato deidrogenasi.

La piruvato deidorgenasi viene attivata indirettamente dal magnesio, perché il Magnesio attiva la PIRUVATO DEIDROGENASI FOSFATASI che a sua volta defosforila la PIRUVATO DEIDROGENASI “attivandola”.

Le sostanze che attivano la PIRUVATO DEIDROGENASI FOSFATASI, sono: Il Magnesio, la spermidina e l’insulina.

Infine è ben tener presente che il Magnesio è di fondamentale importanza per far funzionare il 5° complesso della ETC “La FoF1-ATP sintasi”, che produce ATP, fornendo energia a tutta la cellula.

Per concludere, diciamo che il Magnesio può contribuire a migliorare la tolleranza al glucosio nei diabetici di tipo-2, per i seguenti motivi:

  1. Il magnesio è indispensabile al corretto funzionamento del recettore dell’insulina e delle chinasi che stanno a valle.
  2. Il magnesio favorisce l’aumento dei trasportatori del glucosio GLUT-4 a livello dei muscoli, contribuendo ad abbassare la glicemia.
  3. Il magnesio aiuta il Pancreas a produrre Insulina, il principale ormone ipoglicemizzante del corpo.
  4. Il Magnesio contribuisce ad abbassare i livelli di citochine infiammatorie come IL-6, TNF-alfa, proteina c-reattiva, etc, tutte collegate allo sviluppo della resistenza insulinica
  5. Il Magnesio è il cofattore di molti enzimi della glicolisi, la via biochimica che processa il glucosio all’interno del citoplasma (esempio: Esochinasi, fosfofrutto chinasi, piruvato chinasi)
  6. Il Magnesio aiuta a far funzionare bene i mitocondri, e se i mitocondri funzionano bene, producono pochi radicali liberi responsabili dello stress ossidativo e quindi dell’infiammazione

Curiosità nutrizionali sul Magnesio

  • Il magnesio entra nel citoplasma delle cellule attraverso il trasportatore di membrana SLC41A1
  • Il Magnesio entra nei mitocondri attraverso il trasportatore di membrana SLC41A3
  • Il Magnesio è quasi sempre legata alla ATP; L’ATP rappresenta la benzina per mettere in moto le cellule ed il magnesio è il suo additivo, proprio come il benzene “antidetonante” inserito nella benzina per far funzionare i motori a benzina. Quindi una carenza di Magnesio impedisce alle cellule di utilizzare la sua ATP come benzina energetica.

Autore – Liborio Quinto

Tecnologo Alimentare esperto in Biochimica della Nutrizione

Fonte Bibliografica

DESCALIMER – Le Informazioni Pubblicate su Alimentazione e Nutraceutica hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.