Mappa Geografica dei Batteri Intestinali

Mappa Geografica dei Batteri Intestinali

Per Info sui Buoni Integratori a base di Probiotici, fate richiesta suCONTATTI

Per Info sui Buoni Integratori a base di Probiotici, fate richiesta suCONTATTI

L’Intestino è un lungo tubo, che ospita miliardi e miliardi di microorganismi, che nell’insieme pesano circa 1,5 Kg.

I Microorganismi residenti nell’intestino, partecipano alla digestione dei nutrienti, all’elaborazione di sostanze, ed alla modulazione dell’integrità della mucosa e del sistema immunitario.

Ma il numero ed il tipo di batterio cambia lungo la geografia dell’intestino:

Stomaco → Intestino Tenue → Intestino Crasso.

La Popolazione Microbica nelle regioni geografiche dell’intestino:

  1. Lo Stomaco è un ambiente desertico, privo (o quasi), di vita microbica, a causa della forte acidità.
  2. L’Intestino Tenue, incomincia ad essere timidamente popolata da batteri lattici ed enterobatteri, ed è paragonabile ad una savana stepposa, che man mano che avanza, diventa sempre più ricca di vita. La popolazione batterica in questa area varia dai 100 batteri/g di contenuto intestinale a 1000 – 10.000 batteri (negli ultimi tratti del tenue). I Batteri lattici sono batteri buoni e gli enterobatteri sono cattivi; La dieta e lo stile di vita, influisce sulla composizione di questi due gruppi. Batteri lattici ed enterobatteri, sono anaerobi, tolleranti all’ossigeno, ecco perché popolano principalmente l’intestino tenue.
  3. L’Intestino Crasso è geograficamente una foresta equatoriale, intensamente popolata di vita: Batteri, lieviti, attinomiceti, ed addirittura alghe e piccoli vermi. La Popolazione microbica supera i 100 miliardi per grammo di materiale fecale! In questa sede, avviene la digestione della fibra vegetale: Non è l’organismo a digerire le fibre, ma i batteri che ci vivono, perché si nutrono di fibra. La fibra dei vegetali, è l’alimento base dei microorganismi della macerazione residenti nell’intestino crasso. I batteri dell’intestino crasso, fermentano la fibra producendo tantissime sostanze utili, come l’acido butirrico e propionico che fanno bene alla salute. I Batteri maggiormente presenti nel lume dell’intestino crasso, sono: I bacteroides, le Prevotellaceae, le Rikenellaceae, i Lachnospiraceae, e le Ruminococcaceae.

Per Info sui Buoni Integratori a base di Probiotici, fate richiesta suCONTATTI

La dieta può influenzare la composizione ed il numero della popolazione microbica, nel bene e nel male.

Una dieta cattiva, sopratutto ricca di alcol, conservanti, antibiotici, e cibi privi di fibra, può impoverire la flora batterica, e favorire l’aumento dei batteri cattivi e della putrefazione.

Una dieta ricca di cibi naturali, senza conservanti e ricchi di fibra vegetale, invece può migliorare il numero e la composizione microbica, con conseguente riduzione dello stato infiammatorio dell’organismo.

Contribuiscono alla salute intestinale, anche l’uso di probiotici, contenenti fermenti lattici vivi, Saccaromyces Boulardii e fibre prebiotiche (FOS, Acemannani, beta-glucani, pectine, etc.).

Fonte Bibliografica (Mappa Geografica dei Batteri Intestinali)

Frase chiave: Mappa Geografica dei Batteri Intestinali

Precedente Batteri Intestinali della Macerazione e della Putrefazione Successivo L'Uva è Veleno Per Cani e Gatti

Lascia un commento