Oro per Uso Alimentare E175

Oro per Uso Alimentare E175

L’Oro è un metallo prezioso che può essere anche mangiato, ma è privo di valore nutrizionale. Viene utilizzato da tempo nell’industria alimentare e nelle pasticcerie come colorante per decorare torte, confetti e dolciumi.

L’uso delle scaglie d’oro come colorante per uso alimentare è consentito dalla legge, e nell’etichetta dei prodotti che lo contengono, viene indicato con la sigla E175.

L’oro alimentare non è tossico, e non dovrebbe essere assorbito dall’intestino. quello che viene ingerito, è espulso con le feci.

La polvere d’oro E175, a differenza dell’argento, non forma facilmente ioni solubili e quindi, viene espulso con le feci.

A differenza dell’argento colloidale, non esistono integratori a base di oro. L’argento ha delle proprietà antimicrobiche, l’oro è inerte da quetso punto di vista.

Un altra caratteristica dell’oro è che può essere assorbito da alcuni batteri del terreno, favorendo la formazione delle pepite d’oro. Alcuni di questi batteri sono: il Cuprividus Metallidurans e il Delftia Acidovorans. Questi strani batteri si aggregano in colonie ed assorbono gli ioni d’oro solubilizzati nelle acque fluviali, concentrandoli all’interno del loro citoplasma. Quando muoiono, formano piccoli aggregati di oro “pepite” che crescono negli anni.

Quindi l’oro non ha solo un origine mineraria, ma anche biologica.

Fonte Bibliografica

Oro per Uso Alimentare E175

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.