Colesterolo Solfato e Circolazione sanguigna

Colesterolo Solfato e Circolazione sanguigna

Colesterolo Solfato e Circolazione sanguigna

Per Info sugli Integratori e vitamine che aiutano la produzione di SOLFATO ATTIVO, scrivetemi su –> CONTATTI

Una dieta ricca di nutrienti a base di zolfo organico aiuta a mantenere la salute cardiovascolare, della pelle, delle articolazioni, del fegato, del cuore e degli annessi cutanei (capelli, unghia).

Gli alimenti ricchi di zolfo organico, sono precursori del SOLFATO ATTIVO chiamato PAPS, indispensabile alla cellula per formare molte cose utili.

Una delle cose utili che l’organismo forma con l’aiuto dello zolfo, è il Colesterolo Solfato. Secondo la Ricercatrice Stephanie Senef , il colesterolo solfato svolge un azione preventiva sulle malattie cardiovascolari.

A differenza del colesterolo, quello solfato, contribuisce a migliorare la circolazione sanguigna all’interno dei minuscoli capillari, perché impedisce ai globuli rossi di appiccicarsi tra loro o di aderire alla superficie interna dei vasi sanguigni.

In poche parole, la presenza di colesterolo solfato aiuta i globuli rossi a circolare nei minuscoli capillari sanguigni per consegnare l’ossigeno alle cellule.

Perché riesce a fare questo?

Il colesterolo solfato è un componente della membrana cellulare dei globuli rossi ed anche delle cellule endoteliali che formano la parete interna dei vasi sanguigni; Il colesterolo solfato possiede gruppi solfato con carica negativa (-); Le membrane cellulari sia delle cellule dei vasi sanguigni che dei globuli rossi, incorporando COLESTEROLO SOLFATO, si circondano di tante cariche negative; pertanto i globuli rossi che si infiltrano nei minuscoli capillari, non possono appiccicarsi tra loro o aderire alla superficie dell’endotelio vascolare, perché si respingono a vicenda. In questo modo il sangue circola in modo fluido grazie al colesterolo solfato.

Una carenza di colesterolo solfato, potrebbe influire negativamente sulla fluidità del sangue e peggiorare la salute del cuore.

Come si forma il Colesterolo Solfato?

Il colesterolo solfato si forma dalla coniugazione del colesterolo con il solfato; per fare questo, l’organismo deve disporre dei seguenti fattori:

  1. Il colesterolo
  2. Il Solfato attivo PAPS
  3. L’enzima colesterolo sulfotrasferasi SULT 2B1b (EC 2.8.2.15)
  4. La Vitamina D induttore genico dell’espressione dell’enzima SULT2B1b
  5. Il Magnesio, cofattore dell’enzima SULT2B1b
  6. Il Molibdeno, un minerale che serve a far funzionare l’enzima SOLFITO OSSIDASI (EC 1.8.3.1)
  7. Tutte le vitamine ed oligominerali che aiutano a far funzionare correttamente il ciclo dell’omocisteina e della transulfatazione che portano alla formazione dello zolfo attivo PAPS

Per Info sugli Integratori e vitamine che aiutano la produzione di SOLFATO ATTIVO, scrivetemi su –> CONTATTI

Interessante è il ruolo della vitamina D, nel favorire indirettamente la formazione del colesterolo solfato (PMC 3656235). La vitamina D legandosi al suo recettore VDR, stimola l’espressione genetica del colesterolo sulfotrasferasi (SULT 2B1b), il quale poi converte il colesterolo in colesterolo solfato, destinato ad essere incorporato nelle membrane biologiche dei globuli rossi e dell’endotelio vascolare.

In conclusione:

Alimenti ricchi di nutrienti solforati, sono: Le proteine animali e vegetali, le crucifere (broccoli, cavoli, rape, verze, etc), le liliaceae (aglio, cipolla, asparago), le frattaglie degli animali, la cotica di maiale e le cartilagini di pesci e animali. Per la produzione di Solfato attivo PAPS ricordo che è indispensabile il buon funzionamento del ciclo dell’omocisteina; la carenza di B6, B12, acido folico, niacina, zinco, riboflavina, od anche una di queste, può interferire sul metabolismo dell’omocisteina e quindi della produzione i SOLFATO ATTIVO PAPS; Anche la carenza di molibdeno nella dieta può interferire sulla sintesi dei PAPS, in quanto cofattore dell’enzima SOLFITO OSSIDASI (EC 1.8.3.1). Un buon livello di PAPS può permettere all’organismo di formare COLESTEROLO SOLFATO avvalendosi dell’enzima COLESTEROLO SULFOTRASFERASI SULT 2B1b (EC 2.8.2.15). La Vitamina D è utile per indurre l’espressione genetica delle SULT2B1b, e quindi l’esposizione regolare della pelle al sole contribuisce ad aumentare i livelli di vitamina D e del colesterolo sulfotrasferasi, migliorando la circolazione nei capillari.

Per Info sugli Integratori e vitamine che aiutano la produzione di SOLFATO ATTIVO, scrivetemi su –> CONTATTI

Fonte Bibliografica (Colesterolo Solfato e Circolazione sanguigna)

  1. PMC 3656235 SULT2B1b Sulfotransferase: Induction by Vitamin D Receptor and Reduced Expression in Prostate Cancer – Young-Kyo Seo,*Nooshin Mirkheshti,*Chung S. Song,*Soyoung Kim, Sherry Dodds, Soon C. Ahn, Barbara Christy, Rosario Mendez-Meza, Michael M. Ittmann, Sherry Abboud-Werner, and Bandana Chatterjee – https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3656233/
  2. Sulfate I: The Basics – Elliot Overton https://www.eonutrition.co.uk/post/sulfate-i-the-basics
  3. Sulfate II: The Living Matrix and Structured Water – Elliot Overton https://www.eonutrition.co.uk/post/sulfate-ii-the-living-matrix-and-structured-water
  4. Sulfate III: Its All About Blood Flow – Why Sulfation Is Prioritised – Elliot Overton https://www.eonutrition.co.uk/post/sulfate-iii-its-all-about-blood-flow-why-sulfation-is-prioritised
  5. Sulfate: A Common Nutrient Deficiency You’re Probably Ignoring

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.