La Vitamina C non è sinonimo di Agrumi

La Vitamina C non è sinonimo di Agrumi

La Vitamina C non è sinonimo di Agrumi

Per Info su Vitamina C e retinoidi, fate richiesta suCONTATTI

L’errore comune che molti fanno, è pensare che la vitamina C è sinonimo di agrumi. Questo errore, dipende dal fatto che in passato i marinai, per prevenire lo scorbuto (una malattia da carenza di vitamina C), portavano in viaggio i limoni ed altri agrumi.

La vitamina C, si trova in molti alimenti freschi, sia vegetali che animali, e gli agrumi sono inclusi nella lista.

Pensare che la vitamina C si assimila solo dagli agrumi, è sbagliato. Tutti i cibi crudi ne hanno un po’! Per esempio i frutti di mare, come cozze, ostriche, datteri di mare, telline, vongole, etc, contengono discrete quantità di vitamina C; con la cottura però, viene distrutta.

La maggior parte degli esseri viventi “sia animali che vegetali”, sono in grado di produrre vitamina C a partire dal glucosio, ad eccezione dell’essere umano, la scimmia ed il topo; questo succede perché ci manca l’enzima L-gulonolactone ossidasi EC1.1.3.8, che ci aiuta a trasformare il glucosio in vitamina C.

Pertanto i topi, le scimmie e gli esseri umani sono costretti ad assumere la vitamina C dalla dieta, ed in particolare dai cibi crudi come verdure fresche, frutta e ortaggi crudi. Una forte carenza di vitamina C, crea gravi problemi al metabolismo ed alla struttura del corpo. La vitamina C svolge una funzione plastica, in quanto partecipa nella sintesi del collagene; il collagene è la proteina più abbondante del corpo umano, e rappresenta da solo “il 6% del peso corporeo”.

Il collagene forma il telaio elastico di ossa, pelle e vari organi e tessuti, al cui interno si insediano cellule, minerali, enzimi, proteoglicani, sostanze gelatinose, etc.

Per Info su Vitamina C e retinoidi, fate richiesta suCONTATTI

Le ossa sono dure perché ricche di cristalli di calcio; Le ossa sono formate da un telaio di fibre di collagene, al cui interno si addensano le cellule ossee, enzimi e cristalli di calcio. Se non ci fosse la vitamina C, il collagene diventerebbe scarso, e le ossa, si sbricciolerebbero al minimo urto, perché i cristalli di calcio, non verrebbero sorretti dalle fibre di collagene.

La vitamina C rinforza anche i tendini, i denti, le gengive, la pelle, gli occhi, i vasi sanguigni, i muscoli, i bronchi, le cartilagini, le unghia ed i capelli. La vitamina C rinforza tutto perché è il precursore dei componenti del collagene. Quando manca la vitamina C, incomincia a scarseggiare il collagene nei tessuti, e tutto si indebolisce, predisponendo il corpo all’invecchiamento, all’anemia e agli infortuni.

La vitamina C poi svolge funzioni sull’espressione dei geni, in quanto fa funzionare le TET-1 (o Metilcitosina Diossigenasi EC 11.14.11.20), enzimi questi che tolgono i gruppi metili in alcune zone del DNA, riattivando l’espressione genetica. La carenza di vitamina c quindi compromette l’adattamento del DNA all’ambiente, compromettendo i meccanismi epigenetici.

Quindi cerchiamo di assumere quotidianamente la vitamina C; Nei momenti di maggiore richiesta, potrebbe essere utile anche un integratore di vitamina C, meglio se associata ai Retinoidi; quetsa combinazione stimola i fibroblasti a produrre nuovo collagene, migliorando le proprietà biomeccaniche di molti organi, compreso occhi, pelle, legamenti, ossa e cartilagini.

Per Info su Vitamina C e retinoidi, fate richiesta suCONTATTI

Fonte Bibliografica

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.