Tioretinaco Ozonuro “una sostanza antitumorale” persa nei mitocondri tumorali e dalle cellule vecchie

INTRODUZIONE – In questo articolo parlo di un nuovo ruolo della Vitamina B12, Vitamina A, C e dell’OMOCISTEINA, nella formazione di una sostanza antitumorale “il TIORETINACO OZONURO“, presente nel sito attivo della fosforilazione ossidativa (L’enzima FoF1 ATP sintasi), che consente ai mitocondri di produrre ATP; la perdita di TIORETINACO OZONURO, porta alla riduzione della capacità di produrre energia ATP da parte dei mitocondri, portando allo sviluppo delle malattie legate all’invecchiamento e al cancro. Il TIORETINACO OZONURO è prodotto dall’enzima CISTATIONINA Beta- SINTASI quando sono contemporaneamente presenti il retinolo (vitamina A), l’omocisteina tiolattone (prodotto dalla trasformazione dell’omocisteina da parte del tRNA-Metionina sintetasi), e dalla vitamina C; Queste tre sostanze formano la TIORETINAMIDE, che poi complessandosi con la cobalamina (vitamina B12), forma la TIORETINACO che ossidato si trasforma in TIORETINACO OZONURO.

Tioretinaco Ozonuro "una sostanza antitumorale" persa nei mitocondri tumorali e dalle cellule vecchie

DISCUSSIONE: Tioretinaco Ozonuro “una sostanza antitumorale” persa nei mitocondri tumorali e delle cellule vecchie

La Metionina è un amminoacido essenziale che se assunto in eccesso con la dieta accelera l’invecchiamento e accorcia la longevità negli animali di laboratorio.

La Metionina in eccesso pare favorire la crescita del cancro, tanto che gli scienziati hanno sviluppato una dieta a basso apporto di metionina per contrastare i tumori. Questa dieta oltre che basarsi sulla restrizione delle metionina, si basa sulla somministrazione di un farmaco enzimatico “LA METIONINASI”, che impoverisce il sangue del paziente di metionina, affamando il tumore.

La dipendenza dei tumori dalla metionina prende il nome di Effetto Hoffman, mentre quella del glucosio prende il nome di effetto Warburg. Sia l’effetto Hoffman che l’effetto Warburg, possono essere sfruttati dai Medici per individuare i tumori con la TOMOGRAFIA A POSITRONI, iniettando nei pazienti rispettivamente glucosio o metionina radioattiva.

I tumori sfruttano la metionina per crescere, per formare proteine omocisteinilate, per sintetizzare poliammine e Metiltioadenosina. La MetilTioadenosina è un metabolita della metionina prodotta dalle cellule tumorali durante la sintesi delle poliammine, che ha la funzione di addormentare il sistema immunitario innato (i Macrofagi).

I tumori per non essere attaccati dal sistema immunitario, producono METILTIOADENOSINA e CHINURENINA che addormentano rispettivamente i MACROFAGI, e le NATURAL KILLER ed i linfociti-T citotossici.

I tumori producono attraverso la METIONINA, la METILTIOADENOSINA, che addormenta i MACROFAGI, ossia trasforma i macrofagi assassini dei tumori M1, in macrofagi che nutrono i tumori M2.

I Tumori producono attraverso la degradazione del TRIPTOFANO da parte di IDO-1, la CHINURENINA che sopprime ed addormenta le NATURAL KILLER e i LINFOCITI-T-CITOTOSSICI, a combattere i tumori.

Troppa metionina nella dieta favorisce l’aumento della omocisteina.

L’elevata presenza di omocisteina nel sangue può formare la formazione di OMOCISTEINA TIOLATTONE. La OMOCISTEINA TIOLATTONE, è molto reattiva con le proteine: Si lega ai gruppi tiolici e amminici delle proteine, formando proteine omocistinilate.

L’accumulo di proteine omocisteinilate favoriscono l’invecchiamento dell’organismo e possono anche promuovere il cancro.

In genere l’organismo smaltisce l’eccesso di omocisteina, riciclandola a metionina, oppure degradandola attraverso la via della transulfatazione in cisteina, solfati, taurina, glutatione e solfuro di idrogeno.

Nei tumori e nelle persone anziane, pare che che la CISTATIONINA BETA-SINTASI, non funzioni bene, e quindi l’omocisteina nel sangue rischia di salire.

L’omocisteina viene trasformata in omocisteina tiolattone, dall’enzima tRNA Metionina sintasi (EC 6.1.1.10), accrescendo i livelli di OMOCISTEINA TIOLATTONE nel sangue. L’omocisteina tiolattone reaggisce con i gruppi tiolici ed amminici delle proteine, formando proteine omocisteinilate che promuovono l’invecchiamento e le malattie associate.

La OMOCISTEINA TIOLATTONE, viene normalmente degradata dalla Cistationina beta-sintasi che però nelle persone anziane e nei tessuti malati, quetso enzima funziona poco.

La CISTATIONINA BETA-SINTASI, oltre all’attività enzimatica classica che si conosce, ossia quella di trasformare l’omocisteina in cistationina, oppure in solfuro di idrogeno, può catalizzare la formazione della TIORETINAMMIDE e della TIORETINACO OZONURO.

La TIORETINAMIDE ed il TIORETINACO OZONURO sono due sostanze antitumorali, antineoplastiche e anti – cancerogene. Per quel che so, nessun libro di biochimica italiano ne parla.

La TIORETINAMIDE si forma dalla contemporanea ossidazione della OMOCISTEINA TIOLATTONE, con il RETINOLO (forma attiva della vitamina A), grazie alla funzione eme-ossidasi dell’enzima CBS.

Sempre grazie alla CBS, la TIORETINAMINE si combina con la Cobalamina (vitamina B12), per formare la TIORETINACO, che poi venendo ossidata “sempre dalla CBS”, forma la TIORETINACO OZONURO che pare essere il cofattore del sito attivo della fosforilazione ossidativa FoF1 ATP sintasi per la produzione di ATP.

Grazie al TIORETINACO OZONURO, il complesso FoF1 ATP sintasi dei mitocodnri può produrre energia “ATP”, consentendo alle cellule di essere energeticamente vitali e dipendenti dalla respirazione cellulare.

Se per qualsiasi ragione il TIORETINACO OZONURO dovesse scarseggiare, il sito attivo di FoF1 ATP sintasi perderebbe la capacità di produrre ATP, e la cellula cambia metabolismo da arobico a glicolitico (Effetto Warburg), con il rischio di disfunzioni mitocondriali e sviluppo di tumori.

Quindi è importante che si formi nel mitocondrio della cellula il TIORETINACO OZONURO, che riassumendo si forma dall’ossidazione contemporanea del RETINOLO (vitamina A) e OMOCISTEINA TIOLATTONE, per formare LA TIORETINAMIDE, che poi verrà complessata con la Cobalamina (vitamina B12), ed ossidata in presenza di acido diidroascorbico (Vitamina C), in TIORETINACO OZONURO. Pare che queste reazioni chimiche vengano catalizzate dallo stesso enzima CISTATIONINA SINTASI quando si trova in presenza di vitamina C, Retinolo, Omocisteina tiolattone e Cobalamina.

Il TIORETINACO OZONURO favorisce la fosforilazione ossidativa e quindi la respirazione cellulare, perché funge da cofattore del complesso FoF1 ATP sintasi nella produzione di ATP.

Le sostanze cancerogene elettrofile, i virus oncogeni, ed altro, possono favorire la perdita nei mitocondri di TIORETINACO OZONURO, riducendo la capacità di produrre energia.

Quando le cellule sono esposte a sostanze cancerogene, i mitocondri aprono il poro di transizione mitocondriale, facendo uscire fuori dal mitocondrio il TIORETINACO OZONURO. I mitocondri perdendo il TIORETINACO OZONURO, abbassano la capacità di sintesi di ATP dalla fosforilazione ossidativa, e le cellule riducono la disponibilità di energia e sono costrette a cambiare metabolismo da aerobico a glicolitico, aumentando anche il rischio oncogenico.

Fonte Bibliografica consultata

  1. Compositions and method for utilization of thioretinamide in therapy of degenerative diseases of aging – US20160199465A1 -United States
  2. Homocysteine, Thioretinaco Ozonide, and Oxidative Phosphorylation in Cancer and Aging: A Proposed Clinical Trial Protocol – Kilmer S McCully – Methods in Molecular Biology 2019, 1866: 285-310
  3. McCully KS. Homocysteine Metabolism, Atherosclerosis, and Diseases of Aging. Compr Physiol. 2015 Dec 15;6(1):471-505. doi: 10.1002/cphy.c150021. PMID: 26756640.
  4. Koklesova, L., Mazurakova, A., Samec, M. et al. Homocysteine metabolism as the target for predictive medical approach, disease prevention, prognosis, and treatments tailored to the personEPMA Journal 12, 477–505 (2021). https://doi.org/10.1007/s13167-021-00263-0
  5. Comparison of Protein N-Homocysteinylation in Rat Plasma under Elevated Homocysteine Using a Specific Chemical Labeling Method
  6. McCully KS. Chemical pathology of homocysteine. V. Thioretinamide, thioretinaco, and cystathionine synthase function in degenerative diseases. Ann Clin Lab Sci. 2011 Fall;41(4):301-14. PMID: 22166499.
  7. Environmental Pollution, Oxidative Stress and Thioretinaco Ozonide: Effects of Glyphosate, Fluoride and Electromagnetic Fields on Mitochondrial Dysfunction in Carcinogenesis, Atherogenesis and Aging – —-> Kilmer S. McCully

Pubblicato da Dottor Liborio Quinto

Sono un appassionato di Biologia e Chimica degli Alimenti, e condivido con Voi, il Mio sapere. Chi è interessato a propormi qualcosa, può contattarmi

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.